TEST DI VERIFICA

TEST DI VERIFICA nei commenti...
Abbiate pazienza, l'avevo tolto, come in tanti mi avevate richiesto, per facilitare la pubblicazione dei commenti da parte vostra, ma ho dovuto rimetterlo perchè da quel momento han ripreso ad arrivarmi un saaaaacco di commenti-spam... e non ne posso più di star lì a cancellarli... :(((
Spero sarete comprensivi e che vorrete lo stesso continuare a seguirmi... VVB! =(^.^)=

venerdì 3 settembre 2010

TARALLINI PUGLIESI

Chi è che non conosce quegli anellini/di pane saporiti, scrocchianti, a volte speziati, che si comprano a sacchetti nei supermercati?! ^______^

A noi piacciono tantissimo, solo che li compro di rado perchè sono piuttosto saporiti e conditi e quando cominci a mangiarne ne diventi dipendente... :P***

Insomma, per farla breve, mi chiedevo se fosse possibile anche farli in casa... così ho fatto una "piccola" ricerca e ho trovato una ricetta semplicissima negli ingredienti, anche se un pò laboriosa nell'esecuzione, o meglio, occorre anche una buona dose di pazienza... :*D

Se avete voglia di passare qualche ora in cucina, anzi, ancora meglio se li fate in compagnia, tra una chiacchiera e una risata, questa è la ricetta giusta! ^__________^

A me, tra le foto e l'imbranataggine della prima esecuzione, mi sono partite 3 ore abbondanti... :*D

Premetto che ho seguito la ricetta trovata nel blog Passione & Cucina, ma ho raddoppiato le dosi e fatto qualche piccola variazione, dovuta alla consultazione di almeno un'altra ventina di ricette sempre viste sul web... sinceramente non ricordo tutti i siti visitati :*D quindi ho pensato fosse giusto menzionare almeno il primo che mi ha colpita, quindi, alla fine, la mia versione è questa:

TARALLINI PUGLIESI

500 gr farina di Manitoba "00"
500 gr farina di farro integrale bio
250 gr olio evo
300 gr di vino bianco secco (ho messo il Verdicchio di Matelica)
3 cucchiaini rasi di lievito in polvere
3 cucchiaini rasi di sale fino
2 cucchiaini di zucchero
4 rametti di rosmarino
carta forno
forno ventilato a 220°


Si può impastare tutto anche a mano in una ciotola, ma io il lavoro duro l'ho fatto fare al mio Kenwood! ^______^

Nella prima ricetta che ho visto (ovvero quella del blog menzionato) non erano presenti nè lievito nè zucchero, ma siccome in parecchie delle altre c'erano, in proporzioni variabili, li ho messi anch'io.
Inoltre ho voluto dar loro un saporino in più aggiungendo il rosmarino, come prima prova, ma la prossima li farò anche con altre erbe/spezie! ^______^

Allora, ho messo tutti gli ingredienti nel contenitore del Kenwood (i rametti di rosmarino li ho prima lavati, tamponati bene per asciugarli, defogliati e tritati gli aghetti a coltello fini fini) ho messo il gancio impastatore (quello fatto come un "uncino") e ho fatto impastare per una decina di minuti a velocità media.

Poi ho prelevato la massa e l'ho lavorata un altro pò a mano, sulla spianatoia di legno, senza aggiungere farina o altro e l'ho rimessa nel contenitore del Kenwood a riposare una mezz'ora, coperta con uno strofinaccio.

Ho acceso il forno, portandolo a 220° ventilato.

Ho messo sul fuoco una pentola grandina con poco sale grosso e mentre questa arrivava a bollore, ho cominciato a formare i tarallini.

Ho prelevato delle piccole porzioni di impasto, ne ho fatto dei cilindretti lunghi una ventina di centimetri e grossi quanto dei wusteroni.
Da questi ho con un coltello a lama liscia, ho ricavato dei cilindretti larghi circa mezzo centimetro, che ho lavorato due alla volta (uno per ogni mano) tirandoli a "bisciolino" sulla spianatoia e chiudendoli ad anello e schiacciando bene l'una sull'altra le due estremità per farle aderire.

Quando l'acqua ha cominciato a sobbollire, di fianco ai fornelli mi ci sono preparata uno strofinaccio pulito, aperto sul piano di lavoro ed ho cominciato a tuffare i tarallini crudi nell'acqua 7 o 8 alla volta.

Dopo qualche minuto vengono a galla da soli.

A quel punto si prelevano con un mestolo forato e li si adagiano ad asciugare sullo strofinaccio fino a che si freddano.
Poi vanno disposti sulla placca del forno rivestita di carta forno (ho pensato di fare così visto che sono già belli untini, anzichè riungere la placca del forno stessa...) e lasciati cuocere con la funzione "ventilato" per una quindicina di minuti o, meglio ancora, tirandoli fuori quando la superficie è bella dorata e farli freddare su una griglia.

Non sono affatto difficili come credevo, da fare!

E poi mi sono divertita a crearne anche di altre forme, come dei nodini o delle "chicchere", come la fantasia vi dice...

Ci vuole solo, lo ripeto,  

TANTA, TANTISSIMA PAZIENZA!

Conviene conservarli o in un sacchetto di carta (quelli da pane per intenderci) o anche in un bel cestino, protetto magari da una retina.

Non chiudeteli in un sacchetto di plastica o un contenitore ermetico perchè sennò tendono a diventare gommosi....

Risultato della prova? Più che soddisfatta direi, anche perchè son già finiti! :DDD

16 commenti:

Federica ha detto...

L'hai meso sotto per benino l'amico ken e pure con risultato ultra strepitoso! Mamma che spettacolooooooooooo! Tarallini bellissimissimi ma se cominci a sgranocchiare poi come si fa a smettere? mhhhhhhh, diffilie mi sa! E brava, un bacione e buon week end

P.S. bella gioia, se ti va ti aspetto a raccolta con qualche bella frittatina
http://notedicioccolato.blogspot.com/2010/09/un-uovo-per-amico.html

Caty ha detto...

i miei cimplimenti !!però per avere tre ore dovrò studiare un giorno che non devo cucinare altro...!bacio

Alice4161 ha detto...

Complimenti ti son venuti benissimo...segno la ricetta.

ciao

valverde ha detto...

Gnam che buoni..e tu hai pazienza certosina...
Buoni i tarallucci con un pò di pecorino o con le melanzane sott'olio...o ad accompagnare ehm la cioccolata (sai il piccante del peperoncino dei tarallucci salati e il dolce-amaro della cioccolata fondente... aaaaaarggg!;DD)
baci golosi
val

BARBARA ha detto...

Ia adoro taralli, tarallini e tarallucci! Questi ti son venuti stupendi, bravissima.

Gata da Plar - Mony ha detto...

FEDERICA i tuoi commenti sono sempre uno spasso!!! :DDD
Grazieeeeeee!!!

Per la raccolta ho già prontamente dato il mio contributo ^_____________^

Un bacione!!!

CATY oppure arruoli qualche amica e tra un tè e un biscottino... ^___________^
Grazie carissima un bacione a te!

ALICE4161 grazissime!!! Un abbraccio!

VALINA mia sapessi... il Compare si è comprato in un B&B qui vicino che vende anche prodotti del territorio, una cioccolata fondente spalmabile... e io.. ehemmm... ho pucciato un paio di questi tarallini... ma non dirglielo che non lo sa!!!
Porcavacca che Goduria!!!! :*DDD
Un bacioneeeeeeeeeee

BARBARA ma grazie!!!!! ^_____^
La voglia è nata proprio dalla voglia (scusa la ripetizione) di provare qualcosa di "vero", di non prodotto a livello industriale, per quanto magari gli ingredienti siano "sani" :P
Un abbraccione!!!


Un baciottone!!!

Anna Righeblu ha detto...

"Stuzzicosi"... bellissimi e buonissimi!!! Son come le ciliegie per me, come i pistacchi: se li vedo, li finisco... perciò evito di comprarli!
Buon weekend

Baol ha detto...

Ci vorrebbe un pugliese D.O.C. che si presti ad assaggiarli per dire se sono loro o no...

:D

Aiuolik ha detto...

Io da quando ho imparato a farli con il lievito madre li preparo spessissimo e mio padre ne va matto :)

marinella ha detto...

Buoni!! li ho fatti anch'io un paio di volte vengono proprio bene, peccato che siano così lunghi da fare.

terry ha detto...

uh ...ci son cresciuta con sti tarallini!che ben che ti son venuti!
bello e buono l'aroma di rosmarino!:)

chabb ha detto...

oooh siii!! ne voglio tanti, mi fanno morire i taralli!! Un bacione carissima e complimenti

Gata da Plar - Mony ha detto...

Eccomiiiiiiiii!!!
Finalmente posso ri-rispondere ai vostri commenti!!! ^_______^


ANNA Carissima anche a me piacciono un sacco... e hai ragione in pieno!!! Infatti questi autoprodotti sono spariti in un lampo! :DDD
Baciottoni!

BAOL che per caso ne conosci uno!? ;P

AIOULIK... con il lievito madre?! mmmhhh sapere sapere io voglio!!!! :D
Baciotti!

MARIBELLA mia come hai ragione!!! :*D
Infatti la prossima volta li farò in compagnia! Chi li vuole mangiare deve lavorare! :DDD
Ti abbraccio!

TERRY grazieeeee!!!! ^_______^
Baci!

CHABB in arrivo un vagone di taralliniiiiiiiiiiiiiiiiii ^______^
Bacioni e grazie!!!!

Patrizia ha detto...

Fantastici!! Sono la passione di mia mamma: ora glieli posso cucinare! Grazie!
La tua ricetta è sulla tavola salentina: ti aspetto ancora!! :D
Un bacio

Aiuolik ha detto...

Grazie per aver partecipato alla nostra tappa pugliese! Trovi tutte le ricette che hanno partecipato qui: http://abcincucina.blogspot.com.es/2012/07/o-come-otranto.html.

E ora tutti in Lombardia!!!
Aiu'

PS Dai dai che a poco a poco torni con noi in viaggio!!!

Milena ha detto...

hai ragione Monia, ci vuole pazienza...ma poi sarà ampiamente ripagata dal profumo che invaderà la cucina e dal gusto meraviglioso che hanno!!!
baciotti :D

Ti potrebbe interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Postato da: