TEST DI VERIFICA

TEST DI VERIFICA nei commenti...
Abbiate pazienza, l'avevo tolto, come in tanti mi avevate richiesto, per facilitare la pubblicazione dei commenti da parte vostra, ma ho dovuto rimetterlo perchè da quel momento han ripreso ad arrivarmi un saaaaacco di commenti-spam... e non ne posso più di star lì a cancellarli... :(((
Spero sarete comprensivi e che vorrete lo stesso continuare a seguirmi... VVB! =(^.^)=

martedì 27 settembre 2011

QUICHE DI VERDURE E BRIE

La mia prima Quiche!!! ^_____________^

Chissà mai di chi sarà la "colpa"??!!! :DDD

Per chi mi segue da un pò e conosce quella pazza scatenata che sta dietro i fornelli della Trattoria, avrà già capito...MA per chi ancora non lo sapesse, siamo tutte quante chiamate a partecipare alla mega-raccolta ispirata all'Abbecedario, dove ad ogni lettera dell'alfabeto corrisponde una ricetta particolare, e in questi giorni siamo arrivati alla Q!!!!! 

Anche questo un modo per rendermi conto di quanto voli il tempo!!! 
Mi sembra IERI che mi lambiccavo il cervello pensando a cosa diavolo mai fosse un ASPIC!!! :*DDD

Perciò cancio alle bande, no.. cancie al bando... no, bando alle cance insomma quella roba lì e passo subito alla ricetta:


QUICHE DI VERDURE
E BRIE

per il ripieno
5 zucchine medie
3 melanzane lunghe
8-10 pomodorini pachino
1 cipolla bianca grossa
1 rametto di salvia (7-8 foglie)
2 cucchiai di olio
1 bicchiere di acqua
sale q.b.
erbe provenzali
2 uova
1 cucchiaino (molto) raso di peperoncino in polvere
per la pasta
250 di semolino
2 cucchiai di olio evo
1/2 bicchiere scarso di acqua tiepida
1 pizzico di sale fino

ciaffi da cucina indispensabili
1 spianatoia
1 mattarello
1 tortiera da crostata di 24 cm. di diametro
1 forchetta o un rullo per bucherellare

DUE giori prima preparare la padellata di verdure, tagliando a cubotti le zucchine e le melanzane (nelle zucchine, se ono presenti i semi, eliminare la parte centrale) e tagliare a fette non troppo sottili la cipolla e in quarti i pachini, eliminando, dagli stessi, i semi.

Mettere a scaldare in una padella larga antiaderente, un'emulsione fatta di acqua e olio evo con due spicchi di aglio interi, spellati, infilati in uno stuzzicadenti. Far cuocere fino a che l'aglio diventa traslucido, quindi eliminarlo e unire tutte le verdure insieme al rametto di salvia e alle erbe provenzali, aggiustare con un bel pizzicone di sale fino, coprire e lasciare cuocere a fuoco lento per una mezz'ora buona.

Spegnere quindi la fiamma, trasferire il tutto in uno scolapasta posato dentro una ciotola capiente, così da far scolare il liquido di cottura in eccesso, coprire e lasciare freddare.

Il giorno successivo preparare l'impasto versando il semolino (sì, proprio quello che si usa per fare i famosi gnocchi alla romana...) in una ciotola, farvi un buco al centro e versarvi l'acqua, l'olio evo e un pizzico di sale e, volendo, anche altri aromi/spezie (semi di papavero, erbe essiccate, pistilli di zafferano, curry in polvere, ecc. ecc....) e cominciare ad impastare dapprima con una forchetta, poi quando l'impasto diventa più duro, fare con una mano fino a che si formerà una bella palletta soda.

Posarla sulla spianatoia e con il mattarello farne una sfoglia il più sottile possibile, anche 3-4 mm.

Non attaccherà nè al mattarello nè alla spianatoia :)

Arrotolarla quindi delicatamente sul mattarello stesso e posarla in una tortiera bassa, da crostata precedentemente unta con un velo di olio evo.
Aiutarla pian piano a scendere e ad aderire al fondo e alle pareti, quindi bucherellare con cura il fondo della pasta stessa.

Con il mattarello passare con decisione sul bordo della tortiera così da "tagliar"  via l'eccesso di pasta e ottenere un bordo pulito e ordinato.

Disporre sul fondo del formaggio tipo brie molto morbido, a tocchetti, quindi versarvi sopra la padellata di verdure fatta il giorno prima.

Sbattere in una ciotolina le due uova con un pizzico di sale e il peperoncino in polvere quindi versarle distribuendole con cura su tutte le verdure e finire il formaggio tipo brie sulla torta stessa, sempre a tocchetti.

Infornare a forno già caldo a 180° per 45-50 minuti o fino a che vedrete la superficie della torta ben cotta e senza praticamente più liquido ribollente.

Sfornare, lasciare freddare e conservare in frigorifero fino al giorno successivo!

E' ottima sia tiepida che fredda... e con questo ho scoperto un altro angolino di quell'immenso Universo che è la cucina casalinga! :DDD

Noi l'abbiamo mangiata la sera stessa per evidenti necessità (una fame... e una curiosità!!!) ma la quiche rimasta ce la siamo finita il giorno dopo a pranzo e devo ammettere che era molto più buona! Forse perchè stando lì "ferma" i sapori hanno avuto tutto il tempo di amalgamarsi... :)

La proporrei, sinceramente, anche come Piatto Salvacena... infatti si può anche congelare, una volta cotta e ben freddata in frigo, già porzionata, e ricorrere ad un paio di belle fettone per una cena improvvisata, o una fettina come antipasto per una cena tra amici... imprevista... epperciò la segnalo anche a Mila del blog La Scimmia Cruda per il suo contest "PIATTI DI SALVATAGGIO", appunto dedicata ai piatti che possono salvarti una serata ;P

 C'è tempo ancora fino al 30 settembre se volete partecipare! ^^

9 commenti:

Aiuolik ha detto...

L'abbecedario non sarebbe lo stesso senza amiche come te che lo seguono e lo alimentano con tanta passione. E questa quiche ha proprio un ottimo aspetto e visto che tu ti sei pappata un pezzo della mia, io mi mangio quella bella fetta che chiude il post!!!

A prestooooooo!!!!

Federica ha detto...

la pasta col semolino?!?!?! Te sei geniale bella mia :) E con tutto quel po' po' di splendide verdure...che te lo dico affà! Te la rubo subito quell'ulitma fettina :D! Un bacione, buona giornata

stregapeperina ha detto...

Mamma mia che bontà deve essere!
Il fatto di mettere gli stuzzicadenti nell'aglio poi è geniale a dir poco! Mò provo la ricetta poi ti dico!
Baciottolo!

Spirulina ha detto...

Scopiazzo anche io la tecnica dell'aglio sugli stuzzicadenti (geniale)...e sono d'accordo anche io che molti piatti sono più buoni il giorno seguente, infatti il centauro mi dice sempre "fanne di più che così avanza anche domani :-) "

Baol ha detto...

Mi sa che, pure se è la prima, è venuta bene.

Gata da Plar - Mony ha detto...

AIUOLIK carissima, ho trovato un "vecchio" numero-raccolta di Sale&Pepe TUTTO dedicato al "mondo" delle torte salate, quiche & C.... e delle Quiche ci saranno almeno 10 ricette!!!! :DDD
Grazie a te carissima, un baciottone e buon w-e!

FEDERICA non sai QUANTO mi piacerebbe dire che l'impasto è una mia invenzione ma... non è vero! :DDDD
Ho letto di questa "base" proprio sul volume di Sale&Pepe di cui scrivo nella risposta ad Aiù qui sopra, solo che in quella ricetta diceva di usare la SEMOLA... cosa che non avevo e così... ho usato il semolino... che se è poi la stessa cosa, non ne ho idea! :*DDDD
Che disastro che sono... però l'esperimento è riuscito bene :DDD
Un bacioneeeeeeeee e buon w-e!

STREGAPAPERINA e SPIRULINA (che carine, fate la rima! ^_____^) l'idea dell'aglio a quel modo l'ho studiata "per forza o per amore" visto che in cucina ho Compare, Papò e Cuginotto che non lo sopportano lasciato in mezzo al cibo ;P
Grazie bellissime bimbe, fatemi sapere poi eh?! Buon w-e! ^^

Gata da Plar - Mony ha detto...

BAOL non so perchè ma vedo il tuo commento nella posta elettronica ma qui no... boh... misteri di Blogger... comunque grazie carissimo, sei sempre Stragentile!!!
Ti mando un bacione e buon we!

Aiuolik ha detto...

Q aggiornata: http://abcincucina.blogspot.com/2011/09/q-come-quiche.html

Grazie ancora per la partecipazione!!!

Gata da Plar - Mony ha detto...

AIUOLIK grazie! ^_______^
Bacione!!!

Ti potrebbe interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Postato da: