TEST DI VERIFICA

TEST DI VERIFICA nei commenti...
Abbiate pazienza, l'avevo tolto, come in tanti mi avevate richiesto, per facilitare la pubblicazione dei commenti da parte vostra, ma ho dovuto rimetterlo perchè da quel momento han ripreso ad arrivarmi un saaaaacco di commenti-spam... e non ne posso più di star lì a cancellarli... :(((
Spero sarete comprensivi e che vorrete lo stesso continuare a seguirmi... VVB! =(^.^)=

giovedì 4 dicembre 2014

ANZAC BISCUITS per l'Australia

Terza tappa per l'Abbecedario Culinario Mondiale, un progetto della Trattoria Muvara e ospitati fino al 7 dicembre 2014, nella cucina di Haalo nel blog COOK ALMOST ANYTHING per la letterina C di Camberra a rappresentare l'Australia.

(FOTO PRESA QUI)

Dopo aver consultato svariate ricette, sono ricaduta, guarda caso, su un dolce! :)

Anche questa volta però ho apportato qualche modifica perchè eravamo appena tornati dal giro delle spese per la settimana e di chiedere al Compare di uscire di nuovo non me la sono sentita...

Mentre l'esperimento australiano cuoceva e si spatasciava in forno, scrivevo su FB scambiando pareri con le Ragazze della Carovana  perchè ero assai preoccupata del risultato finale, non avendo rispettato alla lettera la ricetta e non conoscendone il sapore....

Ho così scoperto che questi biscotti venivano cucinati dalle mamme e dalle mogli dei soldati che componevano le truppe dell'esercito sia australiano che neozelandese che purtroppo, si sono trovati spediti qui, in Europa, a combattere nel corso della I^ Guerra Mondiale...

Venivano confezionati dentro scatole di latta e non contengono uova proprio garantirne la lunga conservazione, visto il lunghissimo viaggio che dovevano affrontare....

Ora mi spiego la loro burrosità e dolcezza... veniva riversato su di loro tutto l'amore delle famiglie che restavano a casa ad aspettarli, sperando in un loro ritorno...

E' una strana coincidenza questa... mi ritrovo a cucinare biscottini che venivano consumati da soldati in guerra... e, contemporaneamente, sto leggendo STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI (o LA BAMBINA CHE SALVAVA I LIBRI)... Periodi storici diversi, ma sempre di Guerre parliamo...

(FOTO PRESA QUI)

Comunque, veniamo ai biscottini perchè nonostante tutte le vicissitudini accadute durante la preparazione, ed un primo assaggio appena sfornati (quindi bollenti, perchè non resisto...) che mi ha lasciato un pò perplessa, dal giorno dopo invece sono risultati di una bontà celestiale!!!

Tanto che ho subito trascritto la ricetta anche sul mio quaderno "delle ricette di casa" e li rifarò a Natale, quando ci saranno qui anche i nostri genitori, perchè vale veramente la pena farglieli assaggiare :)

Quindi direi: anche questa volta, prova superata! ^_______^

A proposito: la ricetta l'ho presa (manco a dirlo) da IL MANGIAMONDO solo che nel libro li chiama semplicemente "BISCOTTI" mentre il loro vero nome l'ho scoperto proprio grazie alle Ragazze della Carovana dell'ABC! :)


ANZAC BISCUITS
per circa 30 biscotti grandi


poichè nel libro si parla di "tazza" per misurare gli ingredienti, ne ho usata una piuttosto capiente (riempita di acqua, ne contiene 300 g) ma man mano che preparavo i vari ingredienti, li ho anche pesati, trascrivendone il peso in grammi :)

Quindi troverete scritto in rosso, il relativo peso, mentre in verde gli ingredienti sostituiti/modificati)

1 tazza di farina (250 g farina "00")
1 tazza di fiocchi di avena (180 g di fiocchi di farro integrali bio)
1 tazza di zucchero (250 g)
3/4 di tazza di noce di cocco tritata (80 g farina di cocco)
1/2 tazza di uvetta (80 g di uvetta secca grande)
1/8 di tazza di albicocche secche (n. 8 prugne secche morbide senza nocciolo)
1/4 di tazza di semi di sesamo (50 g)
2 cucchiai di sciroppo di mais (malto di mais)
1 cucchiaino e mezzo di bicarbonato


150 g di burro (75 g burro e 75 g olio di semi di arachidi)




Mettere ad ammorbidire in un poco di acqua calda l'uvetta una decina di minuti, quindi sciacquarla e tamponare bene con carta assorbente.

In una ciotola unire tutti gli ingredienti secchi (farina, zucchero, fiocchi, cocco, semi di sesamo, e le albicocche secche... a tal proposito, nel libro non lo specifica, ma presumo che vadano tagliuzzate con le forbici...).

Io invece, dato che non avevo albicocche secche, ma solo prugne, le ho tagliate ognuna in 4 pezzi e tenute da parte per decorare i biscotti.

In una pentola capiente, mettere il burro (io burro e olio di arachidi) e lo sciroppo di mais e far sciogliere.

Versare quindi il bicarbonato e mescolare bene.

Unire poi il mix di ingredienti secchi, allontanare la pentola dal fuoco e mescolare con una spatola prima e con le mani poi (appena l'impasto si sarà intiepidito) fino ad amalgamare bene il tutto.

Mettere un foglio di carta forno sulla leccarda.

Prendere delle porzioni di impasto e farne tante palline grosse quanto una bella noce, disporle ben allargate sulla leccarda ed appiattirle leggermente.


Disporre al centro di ogni biscotto un pezzetto di prugna.

Durante la cottura termineranno loro di allargarsi... i miei si sono tutti attaccati formando una specie di schema ad esagono, come le cellette degli alveari! :D

Poichè mi era rimasto un altro pò di impasto, ho terminato di fare le palline e le ho messe in una teglia da Woopies, così cuocendo ed allargandosi hanno comunque mantenuto una bella forma rotonda.

Ma devo dire che, tutto sommato, preferisco quella irregolare... mi sembrano più "veri".... ^^

Infornare a forno già caldo a 150° per mezz'ora o finchè saranno belli dorati.

Estrarre dal forno, prelevarli con una spatola ancora caldi, facendo attenzione a non romperli e disporli su una griglia e lasciarli raffreddare.

Freddandosi induriranno.

C come....
Che dolce scoperta questi biscottini!

3 commenti:

manu ela ha detto...

Ciao. Grazie per la visita! I tuoi anzac sono golosissimi. Con il rinforzo di frutta secca. Anche la sostituzione con i fiocchi di farro deve starci bene. Voglio provare anche questi. Anche perché sono facili e veloci da fare. Senza stampini. Riposo in frigo.
Quelli che ho fatto io sono rimasti un po tanto burrosi, ma ho preso la ricetta da um sito che dava le dosi già in grammi e ho subito fatto quella.
A presto.

Martissima ha detto...

e brava Monia, sono belli e sicuramente buoni, bella anche la foto, insomma perfetti :-)

Gata da Plar - Mony ha detto...

MANU ELA
Grazie a te e all'Abbecedario che mi fa scoprire tanti bellissimi blog come il tuo! ^__________^
E' proprio vero, sono biscottini buonissimi e si fanno "senza tante storie" :DDD
Sulla burrosità sono pienamente d'accordo, infatti la prossima volta che li faccio ne calo un pò la dose... :D
Un abbraccio!

MARTISSIMA Grazie Carissima! Per tutto! <3

Ti potrebbe interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Postato da: