TEST DI VERIFICA

TEST DI VERIFICA nei commenti...
Abbiate pazienza, l'avevo tolto, come in tanti mi avevate richiesto, per facilitare la pubblicazione dei commenti da parte vostra, ma ho dovuto rimetterlo perchè da quel momento han ripreso ad arrivarmi un saaaaacco di commenti-spam... e non ne posso più di star lì a cancellarli... :(((
Spero sarete comprensivi e che vorrete lo stesso continuare a seguirmi... VVB! =(^.^)=

venerdì 25 luglio 2014

ZUCCHINE TONDE RIPIENE DI MIGLIO DORATO

E' un periodo che ho voglia solo di "piatti unici", nel senso... ti metti lì una mezz'oretta al massimo e ti ritrovi fatto un piattino buono sia caldo che freddo e che fa da primo e da secondo...

E' un periodo che la carne non mi va... continuo a mangiarla ma molto saltuariamente... una volta a settimana al massimo, mentre la seconda è costituita da salumi (bresaola o prosciutto cotto) ma sto cercando di diminuire molto anche in questo...

Non dico che sto diventando vegetariana al 100% ma ci sono molto, ma molto più vicina rispetto ad un anno fa, quindi, su questi schermi, vedrete apparire sempre meno carne e ancor meno pesce...

Non ne faccio una questone di etica (anche se è una parte molto importante) quanto una questione di gusto... :P

Comunque, vi mostrerò, in questo post ed in altri che seguiranno, un pò di verdurine ripiene... Poi se vorrete replicarle aggiungendo carne o pesce, a voi la scelta! :)

ZUCCHINE TONDE RIPIENE 
DI MIGLIO DORATO



(per 3 se piatto unico, per 6 se antipasto)

200 g di miglio decorticato bio 
400 g di acqua bollente
1 cucchiaio di olio evo
sale grosso q.b.
1 cucchiaino colmo di curcuma
2 cucchiai colmi di pangrattato
10-12 fili di erba cipollina fresca
5 o 6 foglie di basilico rosso
sale alle erbe home-made
(o anche sale fino normale)

Mettere a bagno il miglio e sciacquarlo accuratamente fino a che l'acqua sarà limpida, quindi metterlo in un colino a maglie fitte e farlo scolare bene.

Nel frattempo lavare ed asciugare bene le zucchine, quindi tagliare la parte superiore della calottina e svuotarle con uno scavino facendo attenzione a non bucarle.

Salare l'interno sia delle zucchine che delle loro calottine con il sale alle erbe (ma se non l'avete va bene anche il sale fino normale) e metterle su una gratella a testa in giù a scolare il loro liquido di vegetazione.

Frullare la polpa delle zucchine nel mixer fino ad avere pezzetti piccoli, condirli con sale alle erbe e un filo d'olio evo e mettere anche questa a scolare in un colino a maglie fitte (perderà molto liquido di vegetazione)

Mentre polpa e zucchine spurgano, porre una pentola non toppo grande  sul fuoco, mettere il cucchiaio d'olio, farlo scaldare brevemente, versarvi il miglio e farlo tostare qualche minuto (come si fa per il risotto) quindi unire l'acqua già bollente (io l'ho scaldata a 100° con il bollitore elettrico) salare, aggiungere il cucchiaino di curcuma e portare a cottura 20 minuti, quindi spegnere, scolare il miglio passandolo velocemente sotto l'acqua corrente fredda per fermarne la cottura e lasciarlo scolare.

Riprendere le zucchine, asciugarle all'interno con carta scottex.

Riprendere circa metà della polpa precedentemente scolata e unirla in una ciotola al miglio e al pangrattato, l'erba cipollina e il basilico sminuzzati e mescolare per amalgamare bene.

La restante polpa conservatela al massimo un giorno in frigo e usatela per altre preparazioni :)

Riempire col composto tutte le zucchine compattando bene, posarvi sopra il loro cappellino, disporle sulla leccarda del forno foderata di carta forno e irrorare di olio evo e un pò di sale alle erbe.

Cuocere 45-50 minuti in forno preriscaldato a 200°

Ottime calde ma perfette a temperatura ambiente! :)

E ora... spalmiamoci sul divano e godiamoci un pò di meritato relax! 

Ce lo meritiamo no? ^^


E PER LA CRONACA... VI PRESENTO... PIPPOPISCIO 
Il panterone del quartiere che cerca (e trova) sempre rifugio sotto la nostra pergola e qualche volta si intrufola in casa, svuota le ciotole dei nostri mici e se ne va ringraziandoci con un "grazioso" ricordino giallo spruzzato ora qui ora là... ;P


domenica 6 luglio 2014

TORTA DI VERDURINE, TOFU E BESCIAMELLA VEGANA ALLA CURCUMA


Giorni fa ho beccato in tv una ricetta vegetariana/vegana che m'ha incuriosito non poco... purtroppo non ricordo il nome del programma ma spero di recuperare presto perchè m'è piaciuto assai!

La chef ha anche un blog e (almeno a mio parere) somiglia molto fisicamente (ma soprattutto nella voce) a Csaba della Zorba..... ma vabbè, io sono un caso disperato, vedo somiglianze dove non esistono e non riconosco per strada un'amica... :D

Comunque, prepara tutti piatti vegani/vegetariani, semplici e a vedersi, buonissimi...

Uno di questi era proprio una torta salata con farcitura di tofu e porro.

Il problema è che ci sono arrivata a puntata già iniziata, ero appena rientrata dal lavoro e mi ero stravaccata sul divano per un attimino di relax e proprio non mi andava di rialzarmi per prendere carta e penna tanto, mi sono detta, sono due ingredienti, me li ricorderò.... sì... come no... :DDD

Così ho solo memorizzato che l'impasto della torta era a base di vino e che la besciamella era vegana e ci andava l'olio al posto del burro... per il resto... facciamo a fantasia ok?

Eh... mica tanto... all'atto pratico mi sono messa a fare un impasto che alla fine mi sa che è più simile al pane che a quello che tirava lei col mattarello... così l'ho messo da parte e ci farò qualcosa d'altro...

Quindi mi sono arresa e, a quel punto, ho acceso il pc e mi sono messa a fare un pò di ricerche ed ho trovato le ricettine giuste su VEGANBLOG.IT (per la pasta brisèe al vino) e GREENME.IT (per la besciamella vegan) a cui, manco a dirlo, ho apportato un pò di modifiche, che trovate come sempre annotate in rosso...

TORTA DI VERDURINE, TOFU E
BESCIAMELLA VEGANA ALLA
CURCUMA

Per la pasta brisèe al vino:
300 g di farina "0" (150 "00" e 150 integrale)
80 g di olio di mais (arachidi)
120 g di vino bianco secco
1 cucchiaino di sale fino (alle erbe home-made)

Per la besciamella vegan alla curcuma:
al link indicato sopra per la besciamella, ne danno ben 5 versioni e per questa torta ho scelto quella con brodo vegetale, per non sprecare il liquido di cottura delle verdure... :)

500 g di brodo vegetale (liquido di cottura delle verdure + un bicchiere circa di acqua per arrivare al peso)
50 g di farina "0" o integrale (io ho usato quella di riso)
50 g di olio evo (arachidi)
1 pizzico di noce moscata
sale e pepe (bianco) q.b.
1 cucchiaino di curcuma

Per il ripieno:
500 g ca tra carote, zucchine e fagiolini già puliti e tagliati a pezzetti
2 cipolline rosse di Cannara o, in mancanza, una normale
250 g circa di tofu al naturale
olio evo
sale q.b.
mezzo litro d'acqua circa

Per il "decoro":
4-5 fiori di zucca
1 cucchiaio di gomasio
olio evo q.b.
Preparare la pasta brisèe al vino.

In una ciotola mettere le due farine e il sale, mescolarli bene quindi fare un incavo al centro e versarvi l'olio e il vino.

Impastare il tutto fino ad ottenere una palletta morbida e liscia ma non appiccicosa; in caso lo sia, aggiungere un cucchiaio di farina e reimpastare.

Avvolgere in pellicola trasparente e mettere in frigo a riposare.

Mentre questa riposa in frigo, preparare il ripieno della torta.

Per le verdure non ho specificato quante carote, zucchine e fagiolini., perchè è un mix in sacchetto che compro già pulite e tagliate in un negozio di frutta e verdura, che le fa trovare già pronte solo da cuocere quindi fate a vostro gusto ^^

Mettere in una padella bassa e larga 3 cucchiai di olio evo e farci appassire le verdure, insieme alle cipolline pulite e tagliate sottili.

Dopo qualche minuto aggiungere l'acqua già calda, salare e fare cuocere una decina di minuti coperto.
Spegnere, scolare dal liquido di cottura che è da conservare da parte, e rimettere le verdure nella padella.

Prendere il tofu, scolarlo bene dal liquido di governo, asciugare tamponando con carta assorbente e sbriciolarlo bene in una ciotola quindi unirlo alle verdure ancora calde e mescolare bene per amalgamare il tutto.

Riprendere l'impasto riposato in frigorifero e stenderlo con il mattarello sulla spianatoia in una sfoglia la più sottile possible, sui 3 mm.

Non abbiate timore, è un impasto piuttosto elastico

Non occorre infarinare il piano, la sfoglia non si attacca :)

Prendere uno stampo da crostata antiaderente, di quelli bassi e larghi con i bordini ondulati, ungere leggermente con un pò di olio ed asciugarlo bene con carta assorbente.

Sollevare la sfoglia con il mattarello e posarla sullo stampo. Farla aderire allo stesso accompagnandola delicatamente con le dita perchè non si rompa quindi eliminare quella eccedente con la lama di un coltello liscio e sbucherellare bene tutto il fondo con i rebbi di una forchetta.

Preparare la besciamella vegana alla curcuma ed accendere il forno statico a 180°

In una ciotolina mettere l'olio e la farina di riso setacciata e mescolare bene fino al formarsi di una cremina densa.

Mettere il liquido di cottura delle verdure tenuto prima da parte, in una pentolina ed aggiungere eventualmente, acqua fino ad averne i 500 g necessari.

Portarlo a bollore quindi spostarlo dal fuoco, versarvi la cremina di farina e olio, stemperare con una frusta per non far grumi, rimettere sulla fiamma media e far cuocere un paio di minuti.

A cottura ultimata, aggiustare di sale, noce moscata e pepe bianco e un cucchiaino colmo di curcuma, mescolare bene per amalgamare le spezie e tenere da parte.

Distribuire sulla pasta brisèe al vino stesa nello stampo, il condimento di verdure e tofu e sopra queste spargere la besciamella vegana alla curcuma fino a coprire.

Decorare in superficie con qualche fiore di zucca (li ho messi perchè mi sono stati regalati da un'azienda agricola bio dove abbiamo fatto acquisti ma erano troppo pochi per cucinarci qualcosa ^^ ), cospargere con un filo di olio evo e un paio di manciate di gomasio (in questo caso è gomasio autoprodotto, con semi di sesamo bianco e nero tostati e sale fino)

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti circa.

Lasciare intiepidire su un piano di legno o una gratella quindi tagliare e servire.

E' comunque ottima anche fredda! :P***

NOTA 1: 
in fase di taglio ho notato, nonostante abbia cercato di tirare la sfoglia sottilissima, che lo strato più vicino alle verdure rimane piuttosto umido, ma la fetta, a tenerla in mano, rimane "su" e sotto è ben cotta e dorata, quindi si mangia benissimo lo stesso :)

NOTA 2:
poichè mi era avanzata un pò di pasta brisèe e del ripieno, ne ho ricavata anche una minicrostatina e devo dire che è piuttosto carina anche in versione monoporzione! ^^

NOTA 3:
ottima anche come "svuotafrigo" se, come me, vi avanzano sempre delle verdure sul fondo perchè avete la mania di prenderne in quantità nel terrore di restare senza... ehemm... :DDD
Ovviamente il ripieno si può fare anche in versione "non vegetariana" aggiungendo quel che più vi piace, si presta a mille e mila varianti!



Ti potrebbe interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Postato da: