TEST DI VERIFICA

TEST DI VERIFICA nei commenti...
Abbiate pazienza, l'avevo tolto, come in tanti mi avevate richiesto, per facilitare la pubblicazione dei commenti da parte vostra, ma ho dovuto rimetterlo perchè da quel momento han ripreso ad arrivarmi un saaaaacco di commenti-spam... e non ne posso più di star lì a cancellarli... :(((
Spero sarete comprensivi e che vorrete lo stesso continuare a seguirmi... VVB! =(^.^)=

domenica 25 aprile 2010

COCCOLE DI GNOCCHI AROMATICI, IKEA SHOPPING E DUBBI "VERDI"...


Perchè "coccole"?

Perchè ogni tanto, la domenica, mi concedo un piatto sfizioso, un qualcosa che normalmente nella mia dieta è considerato Tabù, come la panna ad esempio, che però sostituisco sempre con quella vegetale, comunque "grassa" ma non di origine animale...

Oggi, di ritorno dal w-e ad Ancona, ospiti dei Suocerini, mentre lasciavamo il mare per addentrarci tra i "nostri" monti attraversando gallerie e paesini più o meno arroccati pensavo appunto, a cosa fare per pranzo...
Volevo un Cibo Coccoloso per il Compare ma anche per me, ma che fosse anche veloce da preparare e così ho pensato a queste

COCCOLE DI GNOCCHI
AROMATICI
(per due persone)

500 g di gnocchi di patate
1/2 bicchiere di panna vegetale (NON la Hoplà, e andate a leggere qui il perchè!!!) e quindi, voi che potete, usate un'ottima panna "normale" e non surrogata :DDD
1 rametto piccolo di rosmarino
1 mazzetto di erba cipollina
1 spiccio d'aglio 
1 rametto di timo limone
1 foglia di menta romana
2 foglie di basilico
2 foglie di salvia gigante
sale q.b.
1 cucchiaino di olio evo
grana grattugiato (facoltativo)

Per guarnire ogni piatto:
1 foglia di salvia gigante
1 foglia di menta romana
1 cima di rosmarino fiorita
1 rametto di timo-limone
1 foglia di basilico
1 stelo fiorito di erba cipollina
buccia d'arancia a fili

Ho messo a bollire l'acqua per gli gnocchi e mentre questa arrivava al bollore ho preparato il condimento:

messo l'olio in un pentolino, vi ho sminuzzato sopra tutte le erbette tritate/sminuzzate e l'aglio leggermente schiacciato e fatto scaldare appena, appena. Praticamente appena l'olio ha cominciato a sfrigolare, ho eliminato l'aglio, aggiunto la panna, aggiustato di sale e fatto scaldare circa 5 minuti a fiamma moderata, mescolando il tutto. Poi ho spento la fiamma e coperto.

Appena l'acqua era pronta ho buttato gli gnocchi, fatto cuocere fino a che sono venuti a galla (circa un minuto o due) li ho scolati e conditi con la panna alle erbe, impiattato, decorato con le stesse erbette e la buccia di un'arancia fatta col rigalimoni e servito.

Il Compare ha condito ulteriormente con una bella spolverata di grana, io invece no e devo dire che come piatto improvvisato ha avuto il suo bel successo! ^_______^

Ieri pomeriggio invece, dopo un'astinenza di parecchi mesi, sono riuscita a farmi portare all'IKEA!!! Evvivaaaaaaaaaaaaa!!!!

Visto però che ci consideriamo comunque degli "abituè" ^___^ non ci facciamo più tuuuuuutto il giro, che alla fine di mobili non ne abbiamo bisogno (se non attualmente di una piccola libreria, ma c'è tempo, c'è tempo e poi sto pensando di farmela da me...) e vedere quelle cucine, quei salotti, quei tappeti, mi verrebbe solo una gran voglia di rinnovare tutto... e non è molto "igienico" per il portafoglio! :DDDD

Così scendiamo direttamente al reparto casalinghi, luci, accessori & C., risparmiandoci una bella scarpinata in mezzo a tutta quella gente e una gran bella sudata, che non so perchè ma dentro questi posti finisci sempre per far la sauna e devi andarci preparato come per una sessione di trakking... ovvero vestito "a cipolla" e il carrello serve anche e soprattutto per buttarci i cappotti... e allora pensi, ci vado d'estate così non ho giacche & C. al seguito, invece no! Entri in maglietta e scappi in mutande... e non solo perchè è caldo! :DDD

OVVIAMENTE non potevamo uscire senza prendere qualcosa... sennò che Ikeadipendente sarei?! ^_____^

Ecco quindi gli acquisti fatti: un bellissimo copripiumino matrimoniale (il tessuto che fa da sfondo nella foto ^__^) con 4 federe, 100% cotone, a soli euro 14,90!!! Bè, di federe a noi ne bastano due, ma questi "kit" sono sempre fatti così...
Ovviamente non hanno mai anche il lenzuolo inferiore compreso, quello te lo devi prendere a parte, ma io mi arrangio con quelli "sfusi" in tinta unita, che si abbinano con tutto e si comprano per pochi euro in qualsiasi supermercato! Tiè! ^____^
Poi ho preso un pennello in silicone, che quello che ho è ultravissuto e spelacchiato e poi un bel vassoio in plastica per servire il caffè agli ospiti (come se i vassoi mi mancassero... ma questo mi si è appiccicato alle dita... uffi...) e infine un set di misurini per le mie ricettine :P
Non so se e quando li userò, però vedo spesso in tv e su certi libri che le quantità degli ingredienti sono dati in "CUP" e non in grammi e così ho pensato che prima o poi torneranno utili... ;)
Avrei voluto prendere anche un'alzatina semplicissima, con i tre piatti in vetro liscio trasparente e ferro centrale in ferro scuro, ma costava sui 12-13 euro e l'ho rimessa apposto rimandando l'acquisto ad un'altra "puntata" e ho fatto bene!!!!! Infatti la Suocerina, saputo di questo acquisto "rimandato" si è fiondata nel suo Mobile dei Tesori e mi ha regalato una...... STOP!!! Non dico altro! Vedrete a giorni, se continuerete a seguirmi! ^________^

Ah no! Ho preso anche un vasetto di marmellata di bacche "del nord" che però ho di sotto in cantina... :P
Il Compare invece, molto più pragmatico di me, ha comprato un paio di birre e un sacchetto di patatine :DDDD

Ed infine... sempre che siate ancora lì a leggere... mi servirebbe un vostro parere su queste bestiole che mi "saltano" fuori dal terriccio dei vasi quando vado a toccare le piante...
Io voglio sperare con tutte le mie forze che sia larve di coccinella... Sono enormi, certo, rispetto alla coccinella "adulta" però ecco... osservando da vicino la loro testolina... mi sembra proprio di vederci un principio di coccinella.... non so se riesco a spiegarmi... Pensate che 3 anni fa avevamo un vaso in giardino, di quelli quadrati, grandi e profondi dove avevamo tentato di coltivare un ciliegio nano, tentativo fallito perchè, abbiamo poi scoperto dopo aver sradicato la pianta ormai morta, che il pane di radici era praticamente inesistente.... e comunque, pensando di riutilizzare quella terra, la smossi tutta con le mani e non vi dico l'urlo di terrore quando han cominciato ad affiore 'sti cosi qui, ce n'erano una mareaaaaaaaaaaaaa!!!!! :DDD
Poi mi sono data una calmata, ho infilato i guanti (come oggi, per le foto) e con molta più razionalità, ne ho preso qualcuno in mano e osservati, li ho mostrati ai vicini ma nessuno mi ha saputo aiutare... andare al vivaio mi vergognavo da morire... mi facevano davvero ribrezzo e allora il Compare ha svuotato tutta la terra in sacchi neri e buttata nella spazzatura... brrrrr
Insomma, quest'anno è successa la stessa cosa, cioè non gli strilli da panico, ma le larve.... :DDD
Ho paura che siano di un insettaccio nero schifosissimo che si pappa sempre le foglie delle mie piante, e di cui ora mi sfugge completamente il nome, mentre invece la sua larva si ciba delle radici... cammina lento lento e non schiatta manco se lo pesti con un martello! 
Bè, sì, col martello schiatta, ma poi rischio di dover rifare le piastrelle del marciapiede... ^_______^

Ho cercato sul web nella speranza remota che siano davvero larve di coccinella ma non mi sembra che si somiglino molto, i due tipi di larva intendo.... Potete aiutarmi? 

Una Giardiniera in crisi larvale.... ^____________^

TROVATE!!!! Ho scoperto proprio ora, grazie al Forum di Giardinaggio.it, che sono LARVE DI CETONIA!!  Mi dispiace ma ho letto in giro che danneggiano le piante e quindi, domani pomeriggio, estraggo tutte quelle che trovo e le lascio in pasto ai merli! oh!
Oltretutto, ora che ho scoperto come è fatto l'insetto adulto, ho realizzato che il cespuglione di salvia che abbiamo nel giardinetto condominiale, ne è PIENO!!!!! Porca l'oca! :DDDD

venerdì 23 aprile 2010

CIAMMELLOTTO RUSTICO GODURIOSO per inaugurare il "Mostro"! ^___^

Ariecchice!!! ^____^

Superato lo chock del Regalone Precompleanno, ma con ancora i piedi a un metro da terra, posto il mio primo utilizzo del "Mostro" (d'ora in poi chiamerò così, affettuosamente, la mia Planetaria!!)

Come dolce non è proprio una novità, nel senso che una sua versione già l'avevo preparata QUI (con la ricetta della "Brazadela" Ferrarese) ma ho scoperto che esiste anche una versione marchigiana, presa sempre dal libro di Manuela Di Chiara di cui vi ho già parlato QUI.
Oltretutto ho appena scoperto che Lucilla Di Chiara, la sorella di Manuela, ha un sito!!! ^___^
Andatela a trovare se volete!!! Magari può procurarvi il libro! 
Io ne sono entusiasta e lo consiglio davvero! :D

E così riporto qui sia la mia versione che la ricetta  originale per come è nel libro, ma tenete conto che io, per impastarlo, ho dimezzato tutte le dosi e che è venuto comunque un ciambellotto grande e cicciottoso... ("ciammellotto" è il termine dialettale maceratese, ma anche qui, nel fabrianese si dice così ^____^).

Visto il successo riscosso (il Compare ha mangiato anche le briciole, peggio di un aspirapolvere!!), ho rifatto lo stesso impasto anche mercoledì scorso, poi l'ho diviso a metà e così ho ottenuto due bei Ciammellotti, uno regalato ai bimbi del Cuginotto del Compare, l'altro verrà con noi domani dai Suocerini!

Vi starete chiedendo se per caso non sono impazzita a preparare un dolce 3 giorni prima, ma vi assicuro che non è così! :D

Infatti si conserva perfettamente anche più giorni, se tenuto avvolto nella stagnola o in un sacchetto di plastica (lasciando però un buchino per farlo "respirare").
Se invece lo lasciate all'aria o dentro un sacchetto di carta (di quelli da pane per intenderci) diventarà duro ma sarà una vera e propria leccornia intinto nel latte o nel thè la mattina o per merenda :P***

Anzi, se è proprio questa la "fine" che volete fargli fare, vi consiglio di tagliarlo già a fettine così non vi si sbriciolerà troppo poi... :)

AH! Io l'ho ribattezzato "Godurioso" perchè ci ho aggiunto la farcitura alla Nutella! Anche questa non è una novità, dalle mie parti; ho solo replicato una cosa già vista e che si trova nei nostri supermercati, botteghe, forni, ma vuoi mettere la soddisfazione di fartelo da te?! ^_______^

Ecco quindi la ricetta dal libro con, in rosso, le mie modifiche/aggiunte/note):

CIAMMELLOTTO 
RUSTICO GODURIOSO
4 uova a temperatura ambiente
350 g di zucchero
200 g di burro fuso e raffreddato
150 ml di latte (circa)
1 kg di farina 00
2 cartine (sarebbe la cosiddetta "dose" per i dolci)
2 bicchierini di mistrà o di vino bianco amabile (io ho usato il mistrà :P*)
1 bustina di vaniglina (io non la uso...)
1 chiara (albume) o un pò di latte per spennellare il dolce
zucchero semolato o in granella e qualche candito rosso per guarnire (non uso canditi che al Compare non piacciono)
forno preriscaldato a 180°
un vasetto di Nutella da 450 gr

Allora, come dicevo all'inizio, ho fatto tutto con il "Mostro" per metterlo alla prova, ma si può fare tutto tranquillamente a mano in una bella ciotolona, proprio come facevano le Nonne e proprio come fa Manuela nel suo libro! ^_____^ 
Questa la procedura che ho seguito io:
Ho montato leggermente le uova con lo zucchero con il frustino nel Mostro a velocità moderata all'inizio poi più veloce fino a che le uova han cominciato a "schiumare", poi unito il burro a pezzetti (che una volta fuso e freddato ridiventa denso ma bello morbido) quindi ho setacciato farina e cartina insieme e unito all'impasto insieme al Mistrà e al latte (non mi è servito tutto, solo un pochino, diciamo una tazzina da caffè, per rendere più morbido l'impasto).
Cambiato la frusta e montata la "K" o farfalla o non so come la chiamate voi in gergo blogghesco, ho fatto lavorare il Mostro qualche altro minuto.
Ho quindi trasferito l'impasto su una spianatoia spolverata di farina e lavorato un altro pò a mano, poi ho foderato di carta forno la lastra del... forno ^___^ e dato la forma di un salamotto allungato.

Col mattarello ben infarinato l'ho steso in forma rettangolare spesso circa un paio di centimetri e al centro o steso tutta la Nutella, in uno strato bello spesso, lasciando ampio margine ai lati.
Ho quindi ripiegato sulla Nutella i due lati più lunghi, lasciando però a vista la parte centrale e richiuso le due estremità compattandole bene con le mani.

Spennellato con il latte (che ormai sapete uso solo quello di soya...) e cosparso con la granella di zucchero.
Infornato per 45 minuti circa, tenendolo però d'occhio e controllando lo stato di cottura con uno stecchino di legno.
E voilà, la mia reinterpretazione del Ciammellotto Rustico :)

Questa la procedura descritta nel libro (senza la Nutella):

In una ciotola capiente mescolare insieme le uova appena battute, con lo zucchero, il burro a pezzettini, le due cartine, la farina, la vaniglina, il liquore (o il vino) e infine il latte che va aggiunto nella quantità necessaria ad ottenere una pasta dalla consistenza morbida e malleabile con le mani (ne saranno necessari circa 150 ml). Formare con l'impasto un filone lungo e stretto e, dal momento che risulterà piuttosto grosso, sistemarlo trasversalmente su una lastra ben imburrata e infarinata. Pennellare la superficie del dolce con la chiara oppure con un pò di latte e spolverarla con abbondante zucchero, come si faceva una volta, oppure cospargerla di granella di zucchero e decorarla con qualche candito rosso.
Cuocere il dolce in forno preriscaldato a 180° per 45 min. circa.
Controllare la cottura con uno stecchino, il dolce deve risultare asciutto all'interno e dorato in superficie.

A voi l'esecuzione che preferite! :) 


mercoledì 21 aprile 2010

MAJONESE AL PROFUMO DI CURRY E ARANCIA

Ieri sera ho preparato al volo questa majonese, perchè il Compare ne va matto ma gliela faccio davvero di rado perchè quando ce l'ha sotto mano non riesce a fermarsi e ho paura che gli faccia male... :*)

Ogni volta che la faccio aggiungo qualcosa, nel senso che cerco di "inventare" sapori e accostamenti nuovi, che la "solita" majonese penso che alla lunga annoi... :)))

Potete vedere gli altri miei esperimenti QUI poi QUI e QUI! ^___^

E quindi ecco qui una nuova variante....

MAJONESE AL PROFUMO 
DI CURRY E ARANCIA

1 uovo a temperatura ambiente
2 bicchieri abbondanti di olio di semi di girasole
succo di una arancia piccola
succo di limone (pocopoco)
1 cucchiaino di curry dolce

Nel robot da cucina, con l'accessorio apposito per fare appunto la majonese, ho rotto l'uovo e fatto partire unendo a filo l'olio fino a che non si è creata una bella salsa densa, che prendendola su col cucchiaino, rimane il "buco" ma nello stesso tempo è bella cremosa e morbida a vedersi.
A questo punto ho aggiustato di sale, unito il succo d'arancia (che qui non si vede perchè era "bionda" ma se beccate una di quelle da spremuta, belle rosse dentro, dovrebbe venire una salsa rosata...) e un pò di succo di limone, il curry dolce e fatto andare qualche altro secondo per amalgamare tutti i sapori. All'assaggio mi è sembrata apposto sia di sale che di "acidità" (data dall'arancia e dal limone), che deve essere tale da non fare avvertire troppo il sapore dell'uovo.
Trasferito tutto in una ciotola con coperchio, messo in frigo a freddare e presentata al Compare, con un polpettone farcito (di cui darò in seguito la ricetta ^____^) e lui tutto felice ci si è buttato a capofitto!!! 
Non so quanta majonese si sia fatto fuori tra quella spalmata sulle fette di polpettone e quella sul pane, so solo che ad un certo punto ho fatto la "mammina" della situazione e gliel'ho confiscata! L'avevo detto io che non ha mezze misure!!! :*DDD

PS: non ho usato il KW per questa majonese perchè ho pensato che la quantità degli ingredienti era talmente irrisoria che temevo non si montasse, ma la prossima ci provo! ^_____^

PPS: con un solo uovo ne viene tantissima!!! Una bella ciotola per noi più un'altra appena più piccola per i nostri amicivicinicarissimidicasa! :DDD

lunedì 19 aprile 2010

NON CI POSSO CREDERE!!!

Se sapevo che compiere 40 anni porta regali così, li compivo prima no?! :DDD

Eh?! ah.... si! Qualcuno sta sottolineando che il mio compleanno è tra 4 mesi... tzè, quisquiglie!!!

Il fatto è che è dal compleanno scorso che faccio i buchi nella schiena al Compare perchè volevo un regalo speciale per i miei imminenti 40 anni... e così gira di qua gira di là, si è sparsa la voce tra lui, i miei e i suoi genitori... è da un pò che lo sento confabulare al cellulare e per Pasqua anche con i miei succedeva che li trovavo appartati in cucina a trafficare, parlottare e appena comparivo, tutti zitti! mmmmhhhh qui gatta ci cova, pensavo.... Però non pensavo certo ad una cosa del genere, anche perchè avevo già ricevuto un regalo con i fiocchi da Compare e i miei per Natale, ovvero Wall-E come l'ho ribatezzato.... il "robottino" aspirapolvere che pulisce tutta casa (per terra!) da solo!!!! ^__^
Ragazzi, lasciatemelo scrivere, è una FI-GA-TA!!!!! Darei il Nobel a che l'ha inventato!!!!

Ad ogni modo, quando il Compare, circa un mesetto fa, mi dice mentre pranziamo che è ora che mi guardi intorno perchè.... nooooooooooo, che avete capito?! Mica ci lasciamo!!!! ^_______^ Anche se forse lui farebbe i salti di gioia a liberarsi di una come me ma io no! 
Sono tignosa e come la tigna gli rimango appiccicata!!! :DDDD

Dicevo, mi ha finalmente svelato tutto il confabulare dei mesi scorsi (da Natale!!!!) e che potevo FINALMENTE scegliermi il regalo per i miei 40 anni!!! OVVIAMENTE sapevano già tutti COSA desideravo di più, dopo Wall-E... voi penserete: un diamante, che è per sempre?! NONONONO!!!
Macchè diamanti!

Il mio sogno più grande era avere una Planetaria!!! ^_________^

Presente quel "mostro" di "piccolo" elettrodomestico che si vede usare sia sul GamberoRosso che su Alice?! Che impasta, monta, emulsione e volendo è arricchibile con 20.000 accessori extra?! ^___^

Solo che a me piaceva, esteticamente, quella della Kitchen Aid, possibilmente color panna, con quella sua aria retrò, da cucina anni '50-'60.... Poi, parlando col Cuginotto del Compare, ho cominciato a guardare con occhi diversi anche la Planetaria della Kenwood e anche la mia Mammina mi ha svelato che secondo lei era più bella KW..... cioè, non che non ne vedessi la bellezza, ma la trovavo troppo moderna come linea per la mia cucina....

Insomma, per farvela breve, sabato scorso siamo andati in un negozio di elettrodomestici a Matelica per vedere se c'era quella che volevo io (la KA) (perchè dal vivo non l'ho mai vista, solo in tv) e invece, guarda caso, avevano due modelli della Kenwood.... e mi sono innamorata all'istante, manco a dirlo, di quello più caro!! 599,00 euriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii MA SIAMO PAZZI!? :DDDD

Siamo usciti sconsolati dal negozio, che ok, è vero che compio 40 anni, ma mica voglio far indebitare tutti per un regalo!

Ma poi il Compare ha cominciato a sfetucciare sul web e..... ha trovato quello stesso, identico modello su un sito a quasi 200 euro in meno!!!! Incredibile!!! Dopo un rapido consulto tra lui e i nostri genitori e dopo ampia consultazione sull'affidabilità di acquisti onerosi su internet col Cuginotto, è partito l'ordine e ieri era già MIAAAAAAAAAAAAAAAAAAA ^____________^



LO SO che festeggerò gli anni ad Agosto, ma era un'occasione da non perdere e quindi, eccoci qui, con il mio nuovo Mostro Tecnologico tra le mani! Devo dire che mi metteva una soggezione incredibile e mi ci sono volute due ore buone per trovargli spazio in cucina (ho spostato la gelatiera sulla colonna forno, la MDP è rimasta sullo stesso tavolino ma spostata a sinistra e la KWvicino al microonde... che fatica! :DDDD invece è proprio come quei cagnoloni grandi e grossi e abbaioni che ti mettono tremarella ma che se gli allunghi una mano son lì solo per le coccole!! Insomma, è semplice da usare anche per una come me!!! Ho già fatto due esperimenti: l'impasto per la pizza che ci siamo mangiati questa sera e un dolce di cui parlerò in altro post! ^_____^

Se sono felice?! Più di così non si può davvero!!!! :DDD

domenica 11 aprile 2010

SALAME DI CIOCCOLATO... E NEVE DI PRIMAVERA!!!!

Lunedì scorso, Pasquetta per la precisione, in barba al Diluvio Universale abbattutosi su 3/4 d'Italia (e un buon 3/4 di quei 3/4 nazionali son caduti tutti tra domenica e lunedì sulle Marche :DDD) con la mia fidata Microtta sono andata a farmi un giretto con i miei genitori al Mercatino di Castelraimondo.

Ovviamente, colpa del freddo e della pioggia, c'erano 3 bancarelle in croce e nemmeno quelle poche riparate dai portici erano risparmiate da raffiche di gelo che manco a Dicembre!!! :D

Epperò "danno" è stato fatto lo stesso, nel senso che anche con così poco da vedere, siamo riusciti a trovare lo stesso qualcosa di carino da portarci a casa, tiè! :DDD

Nella bancarella dei libri nuovi e usati, ho adocchiato un libro ancora incellofanato, che mi ha attirato subito per la foto di copertina, ovvero la Pizza (dolce) di Pasqua tipica di queste parti, immortalata nella sua pentolina d'alluminio! Il venditore è stato gentilissimo perchè, visto il mio interesse, ha tolto il cellophan, pur avendogli detto che non ero sicura di volerlo poi prendere ma... ha visto lungo... :DDDD
Infatti, con mammina, ci siamo messe a sfogliarlo e ad ogni pagina era un "ohhh guarda qui!" o un "mmmmm bbbono!!!" e alla fine me lo hanno regalato proprio loro, i miei genitori! ^_______^
E' una raccolta stupenda di tutti i dolci tipici del maceratese (ma anche delle parti dove abitiamo noi, che poi siamo vicinissimi alla provincia di Macerata!) e quindi lo considero un DOPPIO TESORO: e perchè è un regalo dei miei e perchè sono tutte ricette tradizionali, raccolte con passione dall'autrice (e le foto sono state scattate dalla sorella nella cucina della loro casa di campagna) parlando con casalinghe/massaie d.o.c., più o meno anziane e pure qualche ricetta lasciatale da maschietti! ^__^

Se vi capita tra le mani vale la spesa, assolutamente!!!

Per inaugurare il libro ho scelto un dolce che mi ricorda casa mia, Ferrara! Sì perchè anche da noi, a Ferrara, si fa seppure con qualche variante e mi ricordo benissimo quanto mi piaceva mangiarne da scoppiare e leccarmi le dita alla fine :P*** e inoltre, da noi lo si chiama DOLCESALAME  :)

Ricordo pure che lo si preparava insieme agli Amici del Club Lo Hobbit/La Torre per poi papparcelo durante i nostri giochi di ruolo oppure, in alternativa, portavo i miei biscottini di frolla decorati con la glassa bianca e al cioccolato.... aaaahhh che ricordi... :*)

E comunque, per gli ingredienti e il procedimento, ingrandite la foto qua sotto e... 

BUONA LECCATA DI DITA! ^___^

AGGIORNAMENTO DEL 12 APRILE:

con questo post partecipo alla raccolta di Blog di Cucina "Ricicliamo le Uova di Pasqua" scade alla mezzanotte del 7 maggio e potete partecipare tutti, anche con ricette che preveda l'uso di cioccolato "normale" (ovvero non da uova pasquali) ma che possa essere sostituito, appunto, con quello rimasto dalle uova! Tutto chiaro? E comunque, fiondatevi da loro che le regole son spiegate meglio! ^___^

Poichè, come giustamente segnalatomi da Laura di Blog di Cucina, la foto del libro per prendere giù ingrediente e ricetta non è il massimo per chi deve preparare il pdf della raccolta,  trascrivo qui sotto quanto visibile dalla foto, solo per comodità della "addetta ai lavori" della raccolta citata :P

2 rossi d'uovo
120 g di zucchero
100 g di burro morbido
160 g di biscotti secchi di qualsiasi tipo
50 g di cacao amaro in polvere
3 cucchiai di caffè non zuccherato
1 cucchiaio di mistrà (sostituibile con rhum)

Montare con una frusta elettrica il burro con la metà dello zucchero e poi, allo stesso modo, montare i due tuorli con l'altra metà dello zucchero fino a renderli soffici. Trasferire i due impasti in una ciotola capiente e poi aggiungervi il cacao fatto scendere a pioggia da un setaccio (io l'ho sostituito,con il cioccolato fondente frullato, nella stessa quantità, preso da un uovo di pasqua e unito all'impasto senza setacciarlo).
Sbriciolare i biscotti in pezzi non troppo piccoli, incorporarli al composto con un cucchiaio di legno e rendere più morbido il tutto unendovi il liquore ed infine il caffè, un cucchiaio alla volta, in modo da incorporarne al composto la quantità sufficiente a renderlo morbido ma non appiccicoso.
Dare a questo impasto la forma di un salame, compattandolo bene senza lasciare vuoti.
Avvolgere il salame dolce nella pellicola trasparente (un tempo si avvolgeva in una garza tenuta sempre pulita per questo uso) e lasciarlo rassodare bene in frigorifero per 3 o 4 ore. Togliere la pellicola al dolce, ricoprirlo di zucchero a velo, massaggiandolo con le mani in modo che lo zucchero resti attaccato alla sua superficie in maniera piuttosto irregolare e, volendo, legarlo con uno spago da cucina come si fa per i salami veri. Servirlo su un tagliere di legno, parzialmente tagliato a fette piuttosto spesse.

Dal libro RICETTE, RICORDI, RACCONTI I dolci della tradizione maceratese di Manuela e Lucilla Di Chiara

 
Io ho dovuto apportare delle modifiche perchè l'impasto mi era venuto troppo appiccicoso (ho esagerato col caffè...) e quindi di biscotti me ce ne sono andati praticamente il doppio :DDD
inoltre è più chiaro perchè.... non avevo il cacao amaro in polvere, me tapina! Quindi ho usato sempre 50 gr ma di cioccolato, ma di un uovo extrafondente che ho di sotto in congelatore (mi è avanzata un sacco di cioccolata dalle uova e ho congelato tutto...) e quando l'ho frullato per averlo in polvere, è diventato chiaro chiaro.... E' venuto un bel salamino lungo e vi assicuro che è una vera bontà!! Mammamia, basta, che son stata brava e ne ho assaggiata una briciola sola... eccerto, dopo tutti i bagordi pasquali e il controllo dal Magico Nutrizionista previsto per il 15 aprile... son tutti bravi a piangere lacrime di coccodrillo vero?! :DDD
 
NOTA IMPORTANTISSIMA!!! 

Tra gli ingredienti vedete scritto MISTRA'... per chi non lo conoscè un liquore all'anice, molto noto da queste parti e il più famoso è il VARNELLI (che qui mettono spesso nel caffè).

Da bere così, nudo e crudo, non mi piace, ma nei dolci... mammamia... dona un "amore" davvero particolare, che dovreste provare almeno una volta prima di sostituirlo con altro liquore a piacere (come l'autrice suggerisce, per esempio, il rhum).
Se però siete intolleranti all'alcool (vero Alex?! ^__^) non mettetelo, il dolcesalame è ottimo comunque! :D


NOTA DELL'ULTIMO MINUTO... voi non ci crederete ma... STA NEVICANDO!!!!!! Incredibile!!! Ieri in maniche corte a rinvasare i fiorellini... e adesso son corsa fuori col piumino a ritirare tutti i vasi per ripararli nella serretta sul balcona della camera da letto.... :(((((



Vengono giù fiocchi come stracci!!! Ecco come si presenta ora, mentre il povero ONKYO, il gatto dei vicini, cerca riparo sul nostro zerbino... ^____^





domenica 4 aprile 2010

PREMIO!!! ^_____^

Ma che bel Premio che ho ricevuto ieri!!! ^________^

Grazie PAOLA, con tutto il mio cuore!!! Eccolo, ve lo mostro in tutto il suo splendore "bimbe/bimbi" che mi seguite! 

E ora ecco le prime 10 cose che mi vengono in mente e che amo fare (non in ordine di preferenza eh?! ^____^)

1) sprimacciare i miei 2 gatti
2) cucinare e quindi usare il Compare come "cavia" :*D
3) giocare a Scala 40 con Mammina e perdere... SEMPRE! :*D
4) quando i miei/suoi genitori vengono a trovarci
5) andare al cinema
6) fare la spesa in compagnia
7) leggere, leggere, leggere!!! (vale per 3?!)
8) pasticciare con colori & C.
9) salire alla "mia" chiesetta
10) fare fotografie

E adesso dovrei passarlo ad altri 10 blogger?! Aiuto... questa è SEMPRE la parte più difficile... :P

Facciamo che lo assegno, ASSOLUTAMENTE, ai primi 10 commenti che mi arrivano!!! ^__________^

Mi raccomando, prendetelo eh?!!!!!


Come avete trascorso questo giorno di Pasqua? ^__^


Questa mattina, quando ci siamo alzati, abbiamo trovato il tavolo apparecchiato con una bella colazione un pò "marchigiana" (la pizza dolce di Pasqua con l'uovo di cioccolato della Suocerina e la Pizza di formaggio di Bastia (le fa una signora che ha un bar/negozio proprio sulla strada e sono buonissime!!!!!!) e in parte "fai-da-te" :D (ovvero chi il latte, chi il tè, chi il "latte di soya" poi biscottini, fette biscottate, zucchero miele ecc.ecc.) 
GRAZIE MAMMA!!! ^____^
Poi a pranzo ce ne siamo andati al Ristorante La Fonte del Papa (frazione Borgo Tufico, ad appena 5-6 km da casa nostra) a farci coccolare:

io ho preso tagliatelline al limone e per secondo bruschette miste, Compare e Paparino invece pappardelle al sugo di cinghiale e Mammina orecchiette del Papa, ovvero panna e salsiccia... salute! :DDD
mentre per secondo, tutti e tre, hanno preso agnello allo scottadito (poro agnellino...)
Niente dolce, solo caffè e amaro che a casa ci aspettavano ben 6 uova da aprire!!! ^____^

Aperte le uova e mangiato cioccolato da far schifo anche al peggior goloso del mondo :DDD Papino e Compare si sono fiondati a letto per una luuuuuuunga pennica, mentre Mammina si è vista il dvd di Hachiko (meraviglioso!!!! io non l'ho voluto rivedere perchè la prima volta ho pianto come una rana!!!!) mentre io ho curiosato fra i vostri blog :D

Poi ci siamo messe a giocare a Scala 40 e... ovviamente... HO PERSO!!! Dico ovviamente perchè ogni volta mamma mi dà un "battuto" allucinante!!! Pesca sempre le matte e poi sembra che mi lascia vincere perchè accumula un sacco di punti e poi, sul più bello, mi fa sballare dandomi 100 e stra100!!!! :DDD 

Oggi là fuori piove, come pare anche dalle vostre parti vero?
Però anche nella pioggia si può trovare un lato affascinante... Appena ha semsso un pochino, sono uscita in giardino e ho fatto qualche foto, che vi dedico in attesa di un bel sole pieno e caldo! ^_____^

Domani sarà Pasquetta... vedremo cosa ci porterà il tempo :)



venerdì 2 aprile 2010

VELLUTATA IN VIOLA E IL MIO CASINO IN CUCINA! ^___^

Aggiornamento di oggi ^___^ grazie a Eli di Raccolto d'Autunno (che me lo ha segnalato!) partecipo al Giveaway di Fragole & Limone indetto in occasione del suo primo blog-compleanno!!! Partecipate anche voi, scade il 26 aprile!!!




In questi giorni, curiosando tra i vostri blog, vedo che è il momento di aprire anche visivamente le porte delle nostre cucine e così... partecipo anch'io :D

E' tra queste 4 mura storte, da considerarsi praticamente 5 visto che la parete "attrezzata" è spezzata in due con un angolo molto aperto, che Gata dà il meglio, ma il più delle volte, il peggio di sè ai fornelli... è che voi, lì, dall'altra parte, vedete i risultati per lo più positivi... mbè, un paio di volte ho mostrato pure dei miei disastri, ma mica sono "maso" fino in fondo no?! :P

la zona cottura
tanto per cambiare, sul fuoco due pentole ^__^ e poi la vaporiera, la macchinetta del caffè e l'odiata bilancina... che in questi giorni sto facendo "soffrire" lasciando che sopporta il peso del pentolino con dentro la "Pizza Dolce di Pasqua" fatta dalla Suocerina ^_____^
C'è un altro pezzetto di cucina qui non visibile... ovvero il lavandino e la lavastoviglie :D

In alto, sul mensolone, la mia piccola collezione di teiere.... (ho notato proprio ora che alcune non si vedono perchè rimangono nascoste dalla luce del lampadario...) e poi il marasma di magneti sulla cappa aspirante e altri ciaffi vari....

e poi la parete di fronte con i 

"mai più senza" 
(gelatiera, MDP, forno a microonde) e la credenzina-dispensa stracarica di robe varie, la tv (acquisto recente), i piattini con i gattini, che ogni volta che li guardo mi viene da ridere e mi viene sempre in mente la terribile Professoressa Umbridge, quella che ne L'Ordine della Fenice (H.P.) aveva tutti quei piattini con gattini parlanti in quel suo orribilissimo studio tutto rosa e pizzi..... ve la ricordate?! :*DDD
Nei cestoni (3) del mobiletto con sopra il microonde, tengo tutte le farine, lieviti, spezie, zuccherini, che uso nelle ricette e poi in basso le cipolle, l'aglio e le patate



poi la vetrina di cui sopra, vista per intero e la porta (scorrevole) che dalla sala dà accesso alla cucina


e infine, il nostro tavolo trasformista, che mostrai QUI durante la sua trasformazione ^___^
sul davanzale, le mie orchidee, 3 su 4 in piena fioritura, e le due finestre che danno sul terrazzo-giardino-bonsai
Fuori dalla finestra si intravede una delle nostre due pergole, che tra pochi giorni ombreggerà la cucina, quando finalmente potremo rimettere su le arelle :)


Appena farà più caldo (verso maggio o giugno) imbiancheremo sala e cucina e ho in mente di cambiare il colore delle pareti di quest'ultima... quindi, vi ripropinerò poi le foto con le novità :P

Non vi è venuta fame a forza di guardare foto di cucina?! ^___^

Allora vi passo una scodella di questa

VELLUTATA IN VIOLA

Grazie millissime ad Alessia (Ale) di Timo e Maggiorana, che mi lascia partecipare in extremis anche con questa vellutata alla sua raccolta!!! ^___^

(per due persone)

mezzo cavolo cappuccio viola
1 cucchiaio di dado vegetale casalingo
(o 1 dado vegetale)
Olio evo q.b.
½ bicchiere di latte (io sempre di soya)
1 manciata generosa di erba cipollina

Ho eliminato un paio di giri delle foglie più esterne, poi l’ho tagliato in 4 spicchi ed eliminato ad ognuno il pezzetto bianco più duro (la base del “gambo”)
Ho poi affettato due spicchi con la mandolina e messi a bagno in una ciotola con acqua ben fredda.
 
Di queste fettine, tenetene da parte qualcuna per guarnire il piatto alla fine!

Ho messo a bollire una pentola d’acqua (2 litri circa d’acqua) con il dado vegetale (io uso quello di mia produzione) e unito il cavolo cappuccio.
Dal bollore ho abbassato la fiamma e lasciato sobbollire una mezz’ora abbondante.
 
A cottura ultimata ho irrorato con 1 cucchiaio circa di olio evo e unito una generosa manciata di erba cipollina fresca sminuzzata (dalla mia scorta in congelatore, che quella in vaso l’ho diradata e “allargata” l’altro giorno e quindi la lascio stare che deve riprendersi dal trattamento… ma tra qualche tempo avrò un vasone gigante di erba cipollina e non vedo l’ora!!!! 

Quelle piantine mi seguono da…. 7 ANNI!!! ^_____^

Quindi ho preso il frullatore (quello col bicchiere alto e stretto) e vi ho trasferito il cavolo cappuccio cotto scolandolo dal “brodo” di cottura e unendone, dello stesso, un bicchiere più mezzo bicchiere di latte di soya.
 
Ho frullato il tutto a lungo, unendo altro brodo bollente fino a raggiungere la consistenza desiderata (supercremosa!!! Slurrrrrpp!!!) quindi ho impiattato e decorato con fettine di cavolo viola crudo, erba cipollina e un filo di olio evo.
 
Il Compare, quando ha visto quella roba viola nel piatto, è rimasto un attimo interdetto e poi ha chiesto che cosa mi fossi inventata questa volta… :DDD

Però si è spazzolato TUTTO e ha pure chiesto se c’era da fare il bis!... purtroppo no… come sempre quando una cosa riesce particolarmente bene!!!! :P***

 
Io invece me lo sono pappato felicissimamente felice perché il viola è il mio colore preferito IN ASSOLUTO e scoprire di potermelo pure MANGIARE è stato il massimo!!!!! ^______^

Da rifare, assolutamente!!!

 




PS: come avrete notato, questa volta non ho usato panna (seppure vegetale) perché ho “scoperto” che se riesco a tenere bello denso il frullatone, non ce n’è bisogno e, se lo volete più saporito, potete unire, in fase di frullo, una manciata di grana grattugiato o pecorino, vate voi…. :)


BUONA PASQUA

A TUTTI!!!



Ti potrebbe interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Postato da: