TEST DI VERIFICA

TEST DI VERIFICA nei commenti...
Abbiate pazienza, l'avevo tolto, come in tanti mi avevate richiesto, per facilitare la pubblicazione dei commenti da parte vostra, ma ho dovuto rimetterlo perchè da quel momento han ripreso ad arrivarmi un saaaaacco di commenti-spam... e non ne posso più di star lì a cancellarli... :(((
Spero sarete comprensivi e che vorrete lo stesso continuare a seguirmi... VVB! =(^.^)=

domenica 28 giugno 2009

OSPITI A SORPRESA!


Ebbene sì... abbiamo un nuovo inquilino... da MESI e non lo sapevamo!!!!! ^_____^

Quest'inverno papà si era accorto che nella casetta per gli uccellini c'era un nido.., ma abbiamo sempre pensato che fosse un abbozzo di nido... infatti sembrava abbandonato o addirittura mai terminato, perchè con tutti i gatti che girano qui davanti, sarebbe veramente da temerari farsi casetta proprio lì.....
Per questo nel tempo, ci ho attaccato quelle colombelle di gesso bianco (un regalo dei miei genitori) e quel passerotto (che comprai in Val D'Aosta...); per avere l'illusione che fosse davvero abitata... :P

Questa casetta per uccellini me l'ha costruita il mio paparino ricavandola da vecchie casse da stereo (avete presente quelle casse grandi, di una volta...), ne fece una per me e una per la mia amicacarissimavicinadicasa e l'abbiamo appesa subito fuori, sotto la pergola e saranno ormai 4-5 anni che sta lì, col sole, la pioggia, il vento, la neve.... Infatti è bella vissuta vero? ^____^

Poi questa mattina il Compare mi chiama tutto allarmato fuori in giardino
"Vieni a vedere dov'è Pirù! Corri!!!"
Corro, per davvero, fuori aspettandomi chissà quale catastrofe e... lo trovo in equilibrio precario con tutt'e quatto le zampetta vicine vicine, appollaiato sul tetto di questa casetta...
Non ho scattato la foto perchè l'ho visto davvero in difficoltà, ma sarebbe stata buffissima!
5 chili e mezzo di gatto abbarbicati su quel trespolo... :DDDDDDD Mi ha guardata con aria colpevole e come gli ho detto "SCENDI DI LI!!!" è subito scappato via rifugiandosi sui pali della pergola e cacciando il musetto di sotto per vedere cos'avevo intenzione di fare, se la sfuriata finiva lì o meno.... Giuro mi veniva da ridere ma nello stesso tempo ho preso uno spavento... Quella casetta è appesa ad un fischer a L ma non grandissimo... insomma... capite, vero?! :P

Ad ogni modo è bastato poco per distrarre Pirù, è sceso dalla pergola e si è messo a giocare con un topolino (finto!)... è proprio un "trullo"! :DDD

Allora ho preso una sedia e sono salita per vedere dentro la casetta, per capire cosa avesse attirato tanto la sua curiosità... Ragazzi... c'è dentro un nido bello e fatto che occupa tutto il piano superiore della casetta!!!! Quello dove c'è attaccato il passerotto! Bellissimo!!!!! Quasi esce dalla porticina! ^____^

Allora abbiamo capito che in tutti questi anni gli uccellini l'hanno davvero utilizzata!
Non potete capire quanto ne sia Felice!!!!!!

Ho risistemato la sedia poi, visto che questa notte ho tirato le 03.15 per terminare un libro (New Moon... ti dice niente Susy!?? ^____^) e non ci sono riuscita perchè gli occhi si sono violentemente ribellati alla mia brama di finire questa lettura, ho ripreso il libro e mi sono seduta sotto la pergola a leggere... Ero così presa dalla lettura (e quando dico "presa" intendo che proprio mi ISOLO dal resto del mondo!) che non capivo, leggendo, se era suggestione o se davvero c'era una presenza vicino a me... Ho staccato controvoglia gli occhi dal libro e.... c'era un passerotto che mi osservava tranquillamente appollaiato al trespolo col gatto in ferro battuto, ad un paio di metri da me.... Che meraviglia!!!!
Poi se ne è volato via e io sono corsa in casa a prendere la digitale e mi sono appostata ad aspettare pazientemente il suo ritorno... Non ci ha messo molto a dire il vero... Andava avanti e indietro dal nido nella casetta all'albero di ciliegie dei nostri vicini! ^____^
Sarò stata una mezz'ora buona ad osservarlo e lui... ma credo sia una Lei, avanti e indietro, avanti e indietro... Non so se nel nido ci siano già i piccolini... non credo perchè non si sente il loro pigolio, ma penso ci siano le uova o che si appresti a depositarle almeno...
Spero vivamente che i miei gatti o gli altri non osino avvicinarsi troppo... già questa mattina Pirù mi ha fatto preoccupare tanto...

A questo proposito, vi lascio qui sotto le foto di due pulcini di Tortora il cui nido aveva scoperto il mio papà a Ferrara, su un alberello del loro giardino condominiale...
Purtroppo quell'albero non era per niente sicuro per loro... è basso e sotto ci tengono una panchina quindi, appena il giorno dopo aver scattato le mie foto, un gatto vi è salito e se li è portati via.... :***(((((


Però ha detto papà che quella Tortorina deve aver fatto il nido su uno dei tigli dietro casa perchè la vede ora girare lì intorno... Speriamo che stavolta sia più scaltra e li tenga al sicuro!

martedì 23 giugno 2009

BOCCONCINI VERDI CON SORPRESA per festeggiare un nuovo aggregatore che è anche qualcosa di più!


Come avrete sicuramente notato, da un pò di giorni è comparso in alto a destra in questo blog (ma da oggi anche in quello di Visioni di Gata da Plar) un nuovo logo ^___^

Si tratta di un sito che sicuramente in tanti conoscerete già ma che per me è stata una bellissima sorpresa ritrovarmi tra le mail una loro richiesta di contatto.

Un pò di giorni fa infatti, mi ha scritto il Sig. Giordano, responsabile del sito prenotaristorante.com dicendomi che se mi faceva piacere, poteva dedicarmi uno spazietto dove raccontare un pò del mio blog di cucina & C., una recensione insomma del mio piccolo spazio virtuale.

Non mi sembrava vero ^___^

Conosco un pò il sito, l'ho visto su svariati blog e mi ci sono imbattuta anche in passato cercando ristoranti e luoghi da vedere, quindi mi sono sentita onorata e felicissima per questo invito!!!

Gi ho scritto subito due righe per descrivere questo mio blog (che per il mio logorroismo... si può dire?! ^___^ sono diventate una 30na...) e, non contenta, ho rubato spazio anche citando gli altri miei blog, compreso quello delle Streghette... :P

Giordano è stato di una disponibilità, pazienza e celerità tale nel rispondere ai miei dubbi e nel raddrizzare il tiro quando sbagliavo o combinavo casini, che mi sembra il minimo soddisfare la sua richiesta di dedicare a Prenota Ristorante.com un post! :)

Ah! Ci sono le recensioni di tantissimi altri amici e amiche di blog!!! Andate a vedere qui ^___^

Voglio festeggiare l'evento dedicandovi questi piccoli bocconcini di pane, che ho cucinato un pò di tempo fa in occasione di una cena con il Cuginotto del Compare!

BOCCONCINI VERDI CON SORPRESA

250 g farina "OO"
100 g farina di Manitoba + altra farina q.b.
1 cucchiaino di sale
2 cucchiai di olio evo
1 manciata di spinaci freschi
1 cucchiaino di zucchero
200 ml di acqua
50 ml di latte (io ho messo quello di soya... e il Cuginotto non lo sa!!! ^___^ )
1 bustina di lievito tipo Paneangeli per pane e pizza
15 code di gambero già lavate e pulite
(vanno bene anche quelle surgelate, ma che siano belle cicciottelle)

Ho fatto l'impasto con lievitazione (senza cottura!!!) nella mia MDP (Macchina Del Pane) e finito il tempo di lievitazione ho tolto l'impasto dal contenitore, l'ho posato al centro di una spianatoia di legno e vi ho impastato gli spinaci che avevo già precedentemente lessato e strizzato ben bene per eliminare il più possibile l'acqua.
Ho lavorato il tutto aggiungendo man mano altra farina perchè, per quanto abbia strizzato gli spinaci, continuavano comunque a bagnare l'impasto... mi ci saranno andati un altro etto abbondante di farina... :D

Ottenuto un bel panetto verde, l'ho rimesso a lievitare un'altra ora coperto con un canovaccio al caldo in una ciotola (l'ho appoggiata sopra al forno dove stavo cuocendo altre cose...).

Nel frattempo ho scottato appena in acqua poco salata, le code di gambero e ho eliminato il guscio esterno e il filino nero che sta sul "groppone" del crostaceo e messo da parte.

Terminata la seconda lievitazione, ho diviso il panetto in tante palline più o meno grandi come una palla da ping-pong, tenendo sempre infarinata la spianatoia per lavorare meglio, ho poi allungato leggermente ogni pallina schiacciandola col palmo della mano. Vi ho posto al centro la coda di gambero lasciando fuori l'estremità della codina e richiuso il panino su se stesso e praticando sulla superficie dei taglietti trasversali con un coltello a lama liscia.
Ho spennellato la superficie con olio evo e cosparso di sale rosa dell'Himalaya e infornato il tutto sulla placca, foderata di cartaforno, per circa tre quarti d'ora o anche meno.
Li tenevo d'occhio... :)

Li ho serviti come companatico alla cena di pesce di quella serata, ma possono accompagnare anche un aperitivo o fare da apripasto ^____^

PS: la prossima volta che li farò, fodererò la codina esterna del crostaceo con un pezzetto di carta d'alluminio, in modo che non diventi rinseccolita come si vede dalle foto, solo un fattore estetico perchè per il resto, questi bocconcini verdi vanno giù come ciliegie!!! :D



venerdì 19 giugno 2009

PASTA CON BOTTARGA E PROFUMO DI LIMONE

Ho preparato questo primo al Compare qualche settimana fa, per pranzo.
Sono arrivata a casa tardissimo, un caldo bestia, stravolta dalla pedalata in bici (vado al lavoro con la bicicletta finalmente!!! ^____^) e quando ho aperto il frigo... era praticamente vuoto... Panico!!!

Il Compare non è uno di quegli uomini che se non trovano il piatto pronto si imbufaliscono, anzi e io non sono di quelle brave donnine che si organizzano la sera per il giorno dopo ai fornelli....

Non ha mai brontolato se il pranzo o la cena non sono serviti negli orari canonici e mangia praticamente tutto e volentieri, e forse proprio per questo mi sento tremendamente in colpa se non riesco a mettergli sotto i denti qualcosa di appetibile... ^_____^

Così ho rovistato nella "scatola delle meraviglie" in frigo (una scatola presa da Ikea con coperchio bordato di rosso e piccola griglia sul fondo, dove tengo di tutto....) e ho trovato un pacchetto sottovuoto ancora intonso di Bottarga di Tonno, che avevamo comprato la settimana prima in un Super.

Mi è venuta l'acquolina in bocca all'istante!!! :P***

OVVIAMENTE la sottoscritta non ne ha mangiata per niente... la Dieta incombe!!!! :DDD

Così ho preparato questa:


PASTA CON BOTTARGA E PROFUMO DI LIMONE
(dose per 1 persona)
100 g di pennette rigate
1 manciata di rucoletta
1/2 limone dalla buccia bella gialla, magari se bio è pure meglio.... :P
1 spicchio d'aglio non troppo ciccio
bottarga di tonno (quella a pezzi è meglio, altrimenti anche quella in polvere nei vasetti)
olio evo

Ho messo a bollire l'acqua e a bollore ho buttato la pasta.
Mentre questa cuoceva, in un pentolino antiaderente ho messo un cucchiaio pieno di olio evo e uno spicchio d'aglio spellato e leggermente schiacciato ad insaporire.
Tolto l'aglio ho aggiunto una grattugiata generosa di bottarga di tonno, il succo di mezzo limone spremuto e filtrato, mescolato col cucchiaio di legno, spento il fuoco e lasciato in caldo coperto.
A pasta cotta, l'ho scolata e condita col sughetto di bottarga, impiattato e spolverato in superficie con la buccia grattugiata del limone bio, un'altra grattugiata di bottarga a crudo, a rucola stagliuzzata con le forbici e un giro d'olio evo a crudo.
Quanto ci ho messo? A dir tanto 10 minuti....

Il Compare mi ha detto.... di fare sempre tardi a pranzo :DDDDD

domenica 14 giugno 2009

BRUSCHETTA MON AMOUR - II^

Ecco altre due bruschette pronte per la raccolta di Sabrina&Luca!!! ^_____^


Partecipate!!!!


Quant'è sfiziosa questa raccolta!!! :P*




BRUSCHETTA DEL BOSCAIOLO


1 fetta di pancarrè grande ovale
6-7 fette di scamorza affumicata
1 porcino piccolo freschissimo
2 fette di prosciutto crudo non troppo salato
aceto balsamico (1 cucchiaio)
olio evo q.b.
sale q.b.
foglie di menta fresche

Fare una vinegrette emulsionando con la frusta piccolina o una forchetta, l'aceto balsamico (quello buono...), un cucchiaino o due di olio evo, un pizzico di sale fino e le foglie di menta spezzettate con le dita e lasciare riposare.
Tagliare a fette rotonde sottilissime la scamorza (si trova anche già tagliata in comodi vassoietti :P) pulire bene il fungo porcino ed eliminare la base sporca di terra.
Con la mandolina o un coltello molto affilato, tagliarlo a fettine sottili in altezza, in modo da avere almeno qualche fettina con la sagoma del porcino stesso.
Scaldare bene la piastra con le righe sul gas e farvi abbrustolire la fettona di pane ben bene da un lato, poi girarla e posarvi sopra direttamente le fette di scamorza così che col calore comincino a fondere, togliere poi dal fuoco (controllare il sotto della fetta di pane, quella contatto con la piastra, che abbia raggiunto il grado di tostatura che preferite) e disporvi sopra le due fette di prosciutto crudo - ho messo quello "dolce" per far contrasto con il sapore dell'affumicato del formaggio - disporvi il porcino a fette guarnendo con quelle più carine alla fine, irrorare il tutto con la vinegrette precedentemente preparata, decorare con foglie di menta e servire subito! ^___^

Il Compare ha annaffiato il tutto con un buon vino bianco delle vigne della mamma del nostro amicocarissimovicinodicasa :P***



BRUSCHETTA DELLA GUARDIANA DI DRAGHI

1 fetta di pancarrè grande ovale
1 zucchina chiara "a pera"
(quelle lunghe ma con un'estremità un pò più grossa)
1 manciata di insalatina novella rossa
erba cipollina fresca sminuzzata
1/2 pesca noce
gomasio (semi di sesamo tostato e sale)
olio di semi di zucca
aceto di mele
olio evo
sale rosa dell'Himalaya

Lavare e tagliare a fettine sottili per il lungo, con la mandolina, tutta la zucchina.
Grigliare le fette sulla piastra bella rovente (la stessa su cui poi andranno bruschettate le fette di pane) e tenere da parte senza condirle e coprire il piatto su cui le posate così che il calore le mantenga "morbide".
Condire l'insalatina rossa (non so come si chiama purtroppo... le foglie sono verde scuro degradando verso un bel rosso-vinaccia intenso verso il gambo) con pochissimo olio evo, sale rosa dell'Himalaya (ma va bene anche il sale fino normale ^___^) l'aceto di mele e l'erba cipollina.
Tostare sulla piastra bollente la fettona di pane prima da un lato e poi dall'altro fino al grado di tostatura preferito.
Posare sul piatto di portata, un giro leggero di olio evo poi disporvi sopra le zucchine grigliate (anche più strati...) poi l'insalata precedentemente condita, disporre la mezza pesca noce tagliata a fettine sottilissime, cospargere di gomasio e versarvi sopra qualche goccia di olio di zemi di zucca - poche perchè è un olio molto aromatico, a me fa impazzire!!! - e servire subito.

Perchè l'ho chiamata "della Guardiana di Draghi"?
Bè... perchè l'insalata con quel colore così particolare, mi ha fatto pensare che, nella mia seconda vita "da strega" mi è capitato qualche volta di trovare sotto la pancia dei Draghi che trovano rifugio nelle caverne intorno al Rifugio, proprio un'erbetta simile... non l'ho mai assaggiata ma credo proprio che sia da provare! ^____^

lunedì 8 giugno 2009

BRUSCHETTE MON AMOUR!!!


Come non rispondere all'invito graditissimo arrivatomi direttamente da LORO??? Una raccolta golosa e allegra, ideata e lanciata da Sabrina&Luca nel loro bellissimo e romanticissimo blog "Sapori di Vini"?!! ^___^


Le regole sono semplicissime e vi rimando direttamente nella loro cucina e qui propongo subito:




BRUSCHETTA DEL MAIALE ESIGENTE

- 1 fetta di pane da bruschetta gigante
(tipo da toast ma quelle grandi, ovali)
- 4 fette di prosciutto di spalla di maiale
- Crutin al tartufo di Beppino Occelli (Piemonte)
- olio evo
- sale rosa dell'Himalaya (poco!!!)

Far scaldare bene sulla fiamma la piastra in ghisa (quella con le righe) e farvi tostare bene il pane girandolo da entrambe le parti.
Alla seconda girata, irrorare con un filo di olio evo, una macinata di sale rosa dell'Himalaya, disporre le 4 fette di prosciutto di spalla e attendere qualche secondo che il grasso del prosciutto diventi trasparente, poi servire subito grattugiandovi sopra il Crutin al Tartufo.
Ho comprato questo formaggio all'ipercoop Castello di Ferrara, mentre girellavo con mamma e papà tra tutto quel bendiddio....
Volevo fare un bel regalo al Compare, visto che in quei giorni eravamo "separati" perchè io avevo un impegno con i miei parenti e lui con i suoi... Mi mancava e quando ho visto questo formaggio ho pensato che gli sarebbe piaciuto... In effetti... è davvero BUONISSIMOOOOOO (ne ho assaggiata una microscaglia pure io :P***)

Una vera goduria dei sensi... per chi non è a dieta... Se l'è pappata tutta il Compare... e io sniffavo il tartufo nell'aria... :*)

E poi una...

BRUSCHETTA NASCONDITOFU
(perchè il Tofu mi schifa ma lo devo ingollare una volta a settimana....)

- 1 fetta di pane da bruschetta grande ovale (come sopra)
- 1 cucchiaio di crema di tofu
- radicchio trevigiano
- fagioli Spagna
- erba cipollina
- olio evo
- sale q.b.

Lavare e tagliare a striscioline di circa mezzo centimetro metà caspo di radicchio di Treviso.
Farlo appassire velocemente in una padella antiaderente con un velo d'acqua e salare.
Se avete tempo, cuocete da voi i legumi altrimenti usate mezza scatola di fagioli tipo Spagna (quelli grandi bianchi) ben scolati e sciacquati dalla loro salamoia e conditeli con un cucchiaino di olio evo, poco sale e una manciata generosa di erba cipollina fresca tagliata fine.

Scaldate bene la piastra sul fuoco, fatevi abbrustolire la fettona di pane girandola un paio di volte.
Posare sul piatto di portata e spalmarvi un cucchiaio generoso di crema di tofu, cospargere con il radicchio cotto e i fagioli precedentemente conditi e servire subito caldissima.

Purtroppo la bruschetta per la sottoscritta è un VERO LUSSO in questi mesi di dieta... in effetti quella NASCONDITOFU è la prima che mi concedo in 6 mesi di dieta.... quella volta si può dire che campavo di pizza, pasta, crostini, bruschette... e si sa... il troppo stroppia! :DDD

Ti potrebbe interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Postato da: