TEST DI VERIFICA

TEST DI VERIFICA nei commenti...
Abbiate pazienza, l'avevo tolto, come in tanti mi avevate richiesto, per facilitare la pubblicazione dei commenti da parte vostra, ma ho dovuto rimetterlo perchè da quel momento han ripreso ad arrivarmi un saaaaacco di commenti-spam... e non ne posso più di star lì a cancellarli... :(((
Spero sarete comprensivi e che vorrete lo stesso continuare a seguirmi... VVB! =(^.^)=

mercoledì 6 giugno 2007

ARROSTO AGLI AROMI DEL MIO GIARDINO E NOCI

Un pò in ritardo, ma posto la ricetta dell'arrosto che ho preparato per una cena tra amici sabato sera scorso:


Ingredienti:
1 arrosto di tacchino e vitello già pronto (di quelli con già legati con la retina) il mio pesava circa 2 kg
1 carota
1 cipolla media o 2 scalogni
2 spicchi di aglio "vestiti"
5-6 pomodori ciliegini
una decina di gherigli di noce già puliti
1 rametto di rosmarino
5-6 foglioline di salvia
2 rametti di santoreggia
2 rametti di timo (io ho quello che ha le foglie profumate di limone ma non ricordo come si chiama...)
1 bicchiere abbondante di vino bianco secco
sale e pepe q.b.
olio evo
acqua bollente, se occorre
carta tipo scottex
guanti lunghi.........
tuta ignifuga....
casco da pompiere.....

Mettere in una pentola dai bordi alti 2 o 3 cucchiai di olio evo e gli spicchi d'aglio non schiacciati e far insaporire un attimo poi eliminare l'aglio e appoggiarvi l'arrosto (asciugare bene l'arrosto con carta da cucina perchè il mio era rimasto un pò umido e mi è schizzato l'olio sulle braccia........oppure indossare un paio di guanti lunghi....) e far rosolare bene da tutti i lati rigirandolo con due forchette, poi unire la carota tagliata a tocchetti, la cipolla tagliata a metà (o due scalogni) i pomodorini ciliegia tagliati a metà (io ho eliminato i semini) e gli aromi (rosmarino, santoreggia, salvia, timo - che io coltivo in vaso sul mio giardino-terrazzo insieme ad erba cipollina, mentuccia, salvia orecchia di lupo, ma queste ultime 3 nella ricetta non ci sono :D )
far andare ancora un pò poi irrorare col vino (anche qui attenzione... io sono piuttosto maldestra... un pò di vino mi è colato lungo il bordo esterno della pentola e ho fatto un bel flambè.... ecco perchè la tuta ignifuga... e anche il caschetto perchè per lo spavento mi sono spostata di scatto e ho sbattuto la testa sull'anta aperta dello scolapiatti.... insomma... da 118! :DDDD ), salare, pepare e coprire con il coperchio.
Quando il vino si è ristretto della metà, se l'arrosto non è ancora pronto (il mio ci ha impiegato un'oretta buona, rigirandolo ogni tanto) allungare con un pò di acqua già bollente (sennò ferma la cottura) e lasciare andare ancora un pò.
Poi spegnere la fiamma, togliere la carne dal fondo di cottura, eliminare le erbe e frullare il sughetto rimasto, unitamente alle verdure (carota, cipolla e pomodorini) con il minipimer e unire anche i gherigli di noce (tenerne un pò da parte per decorare) e frullare allungando la salsa con altro olio evo (a mò di maionese) e acqua calda se risulta troppo denso.
Quando l'arrosto si sarà freddato, togliere la retina e affettarlo sottilmente con l'affettatrice (per chi non ce l'ha, col coltello ma non so quanto si riesca a farlo sottile...)
E questo è il risultato:




I "fili" di carote li ho fatti sfilettando una carota con il "fattapposta" consigliato dall'amica Fiordizucca nella sua ricetta "Spaghetti di zucchine crude" del 19.05.2006. Andate a vedere!

Il "fattapposta" l'ho trovato in un negozio di coltelleria in centro a Senigallia, l'ho pagato una ventina di euro! Forse si trova anche a meno, ma questo mi piace molto! Quando lo uso mi sento proprio una chef! :DDD

L'arrosto l'ho accompagnato con svariati contorni, tra cui pomodori e cipolle al forno semplici semplici: pomodori e cipolle tagliati a metà,irrorati di olio, sale, pepe e origano e infornati a 180-200° per una mezz'oretta:



e anche asparagi lessati e conditi con un filo d'olio evo, sale e limone.
Buon Appetito! :D

6 commenti:

anna ha detto...

Ciao! Che bello quest'arrosto! Deve essere anche buono! Ho provato i pomodori dell'altro post e sono piaciuti a tutti. Appena avrò tempo proverò anche l'arrosto; non ho tutte le erbe aromatiche di cui parli: la santoreggia no, e anche qualcosa d'altro. Mi piace molto l'idea delle noci e tutto il resto. Comunque, posso dirtelo?... Dopo una giornataccia come quella che ho avuto, leggere delle tue piccole disavventure in cucina mi ha fatto ridere di gusto... Anch'io sono maldestra e le cose peggiori mi succedono proprio quando ho ospiti a cena!
Ciao, a presto :)
Anna

gatadaplar ha detto...

Ciao Anna! :DDD
Grazie sono felicissima di averti tirato su il morale! A volte basta davvero poco per rifare pace col mondo!
E sono contenta anche che sia piaciuto l'antipastino di pomodori e daikon!
E sono anche tanto, tanto, ma tanto emozionata... perchè?! Perchè mi fa un effetto stranissimo la sensazione che qualcun'altro mi "legga" e abbia voglia di scrivermi e mandarmi anche solo un saluto!
Ho aperto questo blog (ma ne ho anche un altro, che però non riesco a curare tanto... (http://gatadaplarphoto.blogspot.com) aperti un pò per gioco un pò per la voglia di comunicare con gente che magari non conoscerò mai di persona ma che per il solo fatto di "incontrarci" rubando anche solo 5 minuti al lavoro o agli altri 1000 impegni della giornata, ci fa sentire vicini!
Quindi, grazie anche a te! Un bacione e... dai che il w-e è ormai qui!!!
:D

gatadaplar ha detto...

Ah! un'altra cosa... le erbe aromatiche sono un'altra mia passione! Prova anche tu a metterne qualche vasetto sul balcone o sul davanzale della finestra! Rubano pochissimo spazio e danno tanta soddisfazione!
Ogni volta che capito in un qualche vivaio vado subito al "settore" e faccio man bassa!!! :DDD
Si trovano in commercio anche essiccate ma alcune trovo che non abbiano molto sapore (tipo il basilico o il prezzemolo...) mentre altre forse lo sono troppo, ma d'emergenza vanno bene anche quelle!
Baci!

marinella ha detto...

Bella la tua ricetta di arrosto alle erbe e incidenti domestici, lo provo presto, le erbe le ho, gli incidenti .... magari modifico un pochino la ricetta, manca solo l'arrosto. ciao baci

gatadaplar ha detto...

Ciao Marinella, per carità sorvola sugli "incidenti" :DDD
Fammi sapere com'è andata!
Una cosa ho scordato nella ricetta (ma si vede nella foto degli ingredienti "a crudo") sull'arrosto c'era appoggiata incastrata tra la ciccia e la retina, una fettina di pancetta arrotolata... non la amo molto, ma era una sola e quindi l'ho lasciata. Non so di quanto abbia potuto influire sul sapore dell'arrosto... non credo di molto... :D
Bacini e buon w-e!

buy viagra ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Ti potrebbe interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Postato da: